Cerca nel quotidiano:


Calci e pugni alla porta della caserma: arrestato

Arrestato dai carabinieri un 30enne di Lucca. Prima è andato a bussare alla porta di una 80enne, poi una volta rilasciato ha dato in escandescenza fuori dalla caserma di viale Fabbricotti: evacuata la sala di attesa

giovedì 27 Giugno 2019 17:32

Mediagallery

I carabinieri hanno arrestato un 30enne di Lucca per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio, oltraggio a pubblico ufficiale e danneggiamento. L’uomo, già denunciato nella notte dagli stessi carabinieri di Livorno sempre per resistenza e minacce a pubblico ufficiale, nella mattinata del 26 giugno in evidente stato di alterazione, il 30enne si era recato all’abitazione di una donna di circa 80 anni, bussando veementemente alla sua porta, senza una ragione specifica, quasi come se volesse buttarla giù. Portato in caserma è stato poi rilasciato poiché l’80enne non ha ritenuto di procedere a querelare il giovane. Che tuttavia appena rilasciato ha dato nuovamente in escandescenza fuori dalla caserma di viale Fabbricotti colpendo con calci e pugni la porta d’ingresso e i vetri blindati circostanti. Subito dopo ha trascinato una transenna verso la porta della caserma con l’intenzione di colpirla. Una volta bloccato, il lucchese non solo ha opposto resistenza ai militari, ma ha iniziato ad inveire contro di loro minacciando. E’ stata quindi evacuata la sala d’attesa dei carabinieri per l’incolumità dei civili presenti. I carabinieri hanno poi proceduto all’arresto dell’uomo che, dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza, a seguito della convalida dell’arresto è stato sottoposto alla misura del divieto di dimora nel comune di Livorno e pertanto allontanato dalla città.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.