Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Capodanno, razzo sfonda la finestra e entra in casa

Domenica 1 Gennaio 2023 — 15:57

Il vetro rotto e la tapparella sfondata dal razzo, i cavi della televisione danneggiati

Il razzo è entrato in cucina dopo aver sfondato il vetro e prima la tapparella. Parla l'inquilina: "Allucinante ero in salotto, ad un tratto ho visto le fiamme in corridoio. Ho rischiato di morire. Sono uscita sul pianerottolo e ho gridato aiuto. Grazie di cuore ai miei vicini e ai soccorritori. Chiederò un incontro al sindaco"

Un petardo di grossa potenza, verosimilmente un razzo, è finito in una casa al primo piano di un condominio in via degli Avvalorati. Per fortuna la signora, 76 anni, in quel momento non si trovava in cucina dove è entrato il razzo dopo aver sfondato la tapparella e il vetro della finestra. Sotto shock la donna, illesa per fortuna, e i condomini. E’ accaduto intorno alle 24,30 tra il 31 dicembre e il 1 gennaio. “Allucinante quanto accaduto, ho rischiato di morire – racconta la signora a QuiLivorno.it – ero in salotto sdraiata sul divano. Ad un tratto dal salotto, che si trova adiacente alla cucina, ho visto le fiamme nel corridoio. Mi sono alzata di scatto, non ho avuto il coraggio di entrare in cucina, sono uscita sul pianerottolo e ho iniziato a gridare aiuto, aiuto. Nel frattempo il fumo ha invaso tutto l’appartamento e le scale del palazzo. Sono arrivati i vigili del fuoco, intanto i miei vicini con i piedi hanno spento il fuoco come potevano. Un mobiletto di legno in cucina e i cavi della televisione sono andati a fuoco. E poi cenere e vetri dappertutto. Non voglio pensare cosa sarebbe accaduto se non fossi stata in casa, sarebbe bruciato tutto, o peggio ancora se mi fossi trovata in cucina”. Sul posto oltre ai vigili del fuoco è intervenuto il 118. I volontari hanno invitato la signora a recarsi al pronto soccorso per degli accertamenti ma “ho preferito non andare”. “Ringrazio tutti tantissimo. I vicini, i vigili del fuoco che sono stati carinissimi, favolose le “bimbe” del 118. Ma più che lo spavento e la paura è la rabbia (per usare un eufemismo, ndr) di subire queste cose. Il sindaco lo deve sapere. I fuochi d’artificio ok sono belli, facciamoli pure ma certe cose non devono accadere. Spero mi riceva. E sporgerò denuncia ai carabinieri per quanto accaduto”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©