Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Chiusa per 10 giorni discoteca, il provvedimento del questore e il commento del titolare

Venerdì 3 Marzo 2023 — 15:57

Foto inviata dalla questura insieme al comunicato stampa

Il provvedimento è stato adottato in applicazione dell’art. 100 TULPS per motivi di ordine e sicurezza pubblica. Il titolare: "All'interno non c'è mai stato alcun problema. Riapriremo aumentando la sicurezza all'esterno per evitare spiacevoli episodi e persone indesiderate"

“All’interno non c’è mai stato alcun problema, abbiamo tanti buttafuori e addetti alla sicurezza. Gli episodi avvengono fuori e non sulla porta”. A parlare è il titolare della discoteca, che ringraziamo per la disponibilità, contattato da QuiLivorno.it il 3 marzo a seguito del comunicato stampa del 3 marzo in cui la questura rende noto che il questore ha adottato il provvedimento di chiusura temporanea della discoteca Appendaun, per 10 giorni, in applicazione dell’art. 100 TULPS. “Ad una serata – prosegue il titolare – lavorano molte persone. Il 4 e 11 marzo saremo chiusi e dovendo rimanere a casa è normale che siamo tutti dispiaciuti. Ad ogni modo riapriremo sabato 18 marzo (come annunciato sulla pagina Fb, ndr) continuando a garantire la sicurezza all’interno del locale e aumentando la sicurezza all’esterno per evitare spiacevoli episodi e gente indesiderata”.
Nel comunicato della questura si legge che sono stati quattro gli interventi delle forze dell’ordine (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri Guardia di Finanza e Polizia locale) negli ultimi mesi dello scorso anno per episodi ravvicinati nel tempo e tutti in tarda nottata a seguito di segnalazioni di rissa, persone armate o per consumo di sostanze stupefacenti. Durante il controllo interforze di fine gennaio 2023, disposto dal questore d’intesa col prefetto, sono stati identificati gli avventori: alcuni sono risultati con a proprio carico numerosi pregiudizi penali e di polizia, alcuni sono risultati cittadini extracomunitari irregolari e/o clandestini sul territorio nazionale. Poco distante dall’ingresso del locale è stata identificata una persona, dichiaratasi come cliente della discoteca, trovata in possesso di sostanza stupefacente per uso personale; nell’area prospiciente l’ingresso della discoteca, dove è stato riscontrato uno stato di notevole degrado per la presenza di molti avventori che uscivano dal locale ed espletavano i propri bisogni fisiologici a ridosso di muretti e cancelli, è stata rinvenuta della sostanza stupefacente posta sotto sequestro. Sulla base di questi elementi, prosegue la nota stampa del 3 marzo, rivelatori di una situazione pregiudizievole, foriera di turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica, il questore di Livorno si è determinato ad adottare la chiusura temporanea del locale. Il provvedimento, continua il comunicato stampa, è stato emanato con le dovute garanzie partecipative per il titolare al quale ancor prima erano state rese note le problematiche evidenziatesi e alcune indicazioni di carattere organizzativo volte a migliorare la sicurezza degli accessi al locale, indicazioni accolte solo in parte e pertanto non ritenute sufficienti. A questo punto, conclude la questura, è stata valutata come necessaria la temporanea sospensione dell’attività a tutela dell’ordine e la sicurezza pubblica. L’auspicio è che lo stop per 10 giorni possa servire all’impresa a rimediare le criticità rilevate e a mettere in campo azioni migliorative che rientrano in un concetto di “etica di impresa” sul quale la questura è sempre presente a mettere a disposizione di imprese ed associazioni il proprio “expertice” nell’interesse della comunità”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©