Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Colpito da un cavo, soccorso in elicottero

Martedì 30 Agosto 2016 — 06:57

Pescatore livornese di 45 anni colpito da un cavo d’acciaio durante una battuta di pesca a 11 miglia a nord dell’isola di Capraia: soccorso con il Koala della guardia costiera

Colpito da un cavo d’acciaio durante una battuta di pesca. Si è infortunato in questo modo un pescatore livornese di 45 anni, imbarcato su un motopeschereccio a 11 miglia a nord dell’isola di Capraia. L’allarme è stato lanciato intorno alle 11.15 dallo stesso armatore dell’imbarcazione, presentatosi personalmente alla sala operativa della Capitaneria di porto di Livorno, dove è stato immediatamente assunto il coordinamento delle operazioni di soccorso. 23, infatti, le miglia di distanza da Livorno, troppe per le riferite condizioni di salute dell’uomo, bisognoso evidentemente di un intervento sanitario più celere. Sul posto, quindi, è stata subito dirottata una motovedetta della classe 800 della Capitaneria, già in mare per un’esercitazione, e richiesto l’intervento un velivolo AB 412 “Koala” della base della Guardia costiera di Sarzana. I militari dell’equipaggio della motovedetta, raggiunto il peschereccio circa mezz’ora dopo l’allarme, si sono sincerarti delle condizioni del ferito, apparso cosciente, ma con un’evidente ferita ed un gonfiore sul capo. 20 minuti dopo, l’elicottero della Guardia costiera è giunto in zona con medico a bordo ed ha cominciato le operazioni di recupero del traumatizzato con l’impiego di un verricello ed un soccorritore. Velocissima, una volta tratto a bordo del velivolo il ferito, la rotta verso l’ospedale di Livorno, dove su richiesta del medico sono stati attivati i reparti specializzati per gli interventi sanitari. Poco dopo le 12.50, l’elicottero è giunto alla piazzola d’atterraggio. Attualmente il ferito è sotto stretta osservazione. Il peschereccio è rientrato a Livorno intorno alle ore 14.45. Sono in corso indagini per la verifica sulle cause dell’evento.
Il numero blu 1530 della Guardia costiera è attivo su tutto il territorio nazionale per segnalare ogni tipo di emergenza in mare, 24 ore su 24, per richiedere assistenza immediata alla Capitaneria di porto più vicina.

Condividi:

Riproduzione riservata ©