Cerca nel quotidiano:


Con 26mila litri di gasolio senza permesso: multa

Venerdì 7 Aprile 2017 — 00:10

Mediagallery

Un camionista bulgaro è stato denunciato dalla polizia stradale di Livorno poiché trasportava gasolio senza autorizzazione. L’uomo è stato sorpreso dai poliziotti che stavano controllando i tir sbarcati poco prima dalle navi.
Il trasporto di merce infiammabile è monitorato dalla Polstrada, poiché l’imprudenza di chi guida senza badare a ciò che trasporta rischia di esporre a seri pericoli le persone e l’ambiente. Basta una scintilla e tutto prende fuoco. Per questo motivo i porti di Livorno e Piombino sono nel mirino della Stradale, che ha dislocato lo scorso fine settimana i suoi equipaggi lungo le vie che dal mare conducono all’Aurelia. Gli agenti hanno intercettato il camionista che trasportava 26 bidoni pieni di gasolio caricati in Spagna, anziché usare una cisterna. Inoltre, lui non aveva esposto sul mezzo i pannelli che segnalano la presenza di merce pericolosa, indispensabili ai soccorritori in caso d’incidente.

Il Tir è stato sequestrato dalla Polstrada insieme agli uomini della Guardia di Finanza, il camionista è stato multato per oltre 5.000 euro e sono stati messi in sicurezza i 26.000 litri di gasolio del valore di oltre 40.000 euro. Infatti, a seguito dei primi accertamenti, dai quali emergevano delle irregolarità latenti circa il trasporto dei 26 colli, veniva fatta intervenire l’ARPAT Toscana di Piombino e l’Agenzia delle Dogane di Piombino. I documenti di trasporto tutti al seguito sono risultati irregolari, e sono state applicate le sanzioni specifiche del “settore”, in quanto i combustibili da trazione sono assoggettati ad accisa. Determinante in questa ultima attività, pure l’apporto fornito dalla Compagnia G.d.F. di Piombino che in affiancamento con le pattuglie della Polizia Stradale hanno operato i controlli di spettanza riconducibili ai “dazi doganali” ed alle “normative regolanti il trasporto di accise”. Molto rilevante nello specifico, nei dispositivi predisposti, i risultati globali riguardanti il sanzionamento “delle merci pericolose ed in regime di ADR” viaggianti lungo le principali arterie della provincia: in totale sono state infatti contestate su tale settore ben 13 infrazioni tutte riconducibili a trasporti di materiali pericolosi ed infiammabili senza le prescritte dotazioni di sicurezza; senza i prescritti requisiti di legge; senza la prescritta documentazione accompagnante i viaggi in questione.

Sono stati inoltre contestati 2 ART.167 CdS circa l’eccedenza in sovraccarico dei veicoli industriali; 4 ART.116 CdS circa la mancanza del titolo abilitativo alla guida professionale; 2 ART.179 CdS poiché privi di foglio di registrazione cronotachigrafo; 2 ART.79 CdS poiché alcuni complessi veicolari in questione sono risultati inefficienti ai fini della sicurezza. Sono state quindi ritirate 4 patenti e 4 carte di circolazione.

Di seguito si riportano i dati salienti:

TOTALE INFRAZIONI ACCERTATE …31

ART. 168 CdS  (merci pericolose ADR)…13

ART. 167 CdS  (eccedenza in sovraccarico)…2

ART. 116 CdS  (mancanza Certificato Formazione Prof.)…4

ART. 179 CdS  (mancata registrazione cronotachigrafo)…2

ART.   79 CdS  (Inefficienza veicoli)…4

ART.   19 Lex 727/78 (registrazione cronotachigrafo)…3

ART.   46 Lex 298/74 (trasporto merci…1

LEGGI COMPLEMENTARI ACCISE…2

CARTE CIRCOLAZIONE RITIRATE…4

FERMI AMMINISTRATIVI…5

PATENTI RITIRATE…4

 

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Alberto

    E devono rispettare le leggi, solo i fessi devono pagare le tasse?

  2. # Labronik

    Sarebbe interessante sapere da dove veniva questo gasolio (dalla Spagna ok, ma valeva la pena trasportarlo con un camion in Italia? Non mi pare che in Spagna il gasolio costi la metà dell’Italia). Sopratutto mi piacerebbe sapere dove finiva, in quale circuito di vendita.

    1. # Italo

      Labronik, tu pensi troppo e in Italia non si può pensare, ma già che ci sei, perchè non ti domandi pure come ha fatto ad imbarcarsi con un carico così pericoloso e navigare a bordo di navi di linea? E se avesse caricato armi al posto del gasolio? Oppure fusti di sostanze per armi chimiche? Oppure come ha fatto la Moby Prince, di vecchia e luttuosa memoria, a prendere fuoco così repentinamente tanto che ad oggi non ci sono ancora risposte ?

  3. # piratatirreno

    OTTIMO LAVORO!!!!
    GRAZIE

  4. # frangiac

    che fine farà il gasolio sequestrato ? fatecelo sapere , così per curiosità

  5. # Libero

    Qualche giorno (dico giorno, non settimane) di galera a questo fior di galantuomo, no?
    Già, dimenticavo, le nostre carceri sono superaffollate e quindi, anche volendo, non ci sarebbe neanche lo spazio adeguato per ospitarlo!!!