Cerca nel quotidiano:


Controlli e cani antidroga fuori da scuola

Riunione in prefettura sulle attività da porre in essere per la prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti in prossimità delle scuole

martedì 11 settembre 2018 17:20

Mediagallery

A seguito della riunione in prefettura “Scuole Sicure” sulle attività da porre in essere per la prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti in prossimità delle scuole è stata decisa l’attuazione di servizi di polizia mirati, anche con l’ausilio di unità cinofile, alla luce delle recenti direttive diramate dal Ministro dell’Interno in vista dell’imminente avvio del nuovo anno scolastico. E’ stata inoltre ribadita l’esigenza di continuare nella promozione di iniziative congiunte tra le forze di polizia, la prefettura e le istituzioni scolastiche per la sensibilizzazione degli studenti sui vari aspetti della legalità.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # C.Federico GZESS

    Totalmente a favore delle unità cinofile davanti alle scuole il che favorisce anche una corta percezione della polizia come ente di protezione da parte dei ragazzi. E dei poliziotti di domani
    Forza ripulire Livorno

    1. # Marco T.

      È certo per poi far avere problemi anche ad un ragazzo che possiede marijuana o hashish per uso personale, il problema è il proibizionismo, il problema è la mafia che guadagna milioni con il traffico di stupefacenti, non il ragazzino che spaccia nella scuola o che la usa con gli amici.

  2. # Malizioso Troll

    Bene, ma non sarebbe meglio dare la priorità alla lotta a scippatori, ladri d’appartamento e truffatori camuffati da esattori ENEL o avvocati? Prima di tutto occorrerebbe sensibilizzare i ragazzi sull’importanza dell’essere essi stessi creatori del proprio destino, invece di affidarsi a sostanze varie (alcol, tabacco, psicofarmaci, stupefacenti) per cercare un presunto benessere che non arriverà mai. La repressione rischia di aumentare il fascino della trasgressione e paradossalmente di invitare a un maggior consumo invece che a un rifiuto consapevole. A quel che pare dalla lettura dell’articolo, sembra che come al solito si vogliano chiudere le stalle dopo che i buoi sono scappati.

    1. # PirataTirreno

      Pur di dar contro ………

  3. # Valerio

    Ottimo!! Come all’iti galilei 25 anni fa!!….il pastore tedesco era un ‘ottima arma contro lo spaccio!!

  4. # Mua

    Caro troll la priorità è evitare che si droghino a scuola e poi diventino ladri e scippatori….

  5. # Carlo

    x per Malizioso Troll,
    oggi bisogna che i “cattivi” non sentano la tolleranza e il “vogliamose bene”, ma “il morso del lupo”… anche se purtroppo i delinquenti sono arrestati e poi escano subito dopo, liberi …

  6. # LEGA prima gli ITALIANI

    Scuole sicure direttive emanata da ministero interno,grande Salvini avanti cosi

  7. # Luca P.

    Soliti provvedimenti di facciata che non servono a nulla se non ai politici per farsi pubblicità.

    Poi leggere di gente che associa farsi una canna al diventare ladri e scippatori è veramente comico. Ma dove vivete?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.