Cerca nel quotidiano:


Da Pisa a Livorno in treno per spacciare: preso dopo una fuga in bici

Oltre a due involucri, che  contenevano circa 5 grammi di cocaina e altrettanti di eroina, sono stati rinvenuti addosso al giovane anche numerosi pezzi di cellophane comunemente utilizzati per confezionare dosi di droga

Sabato 29 Maggio 2021 — 13:14

Mediagallery

Nella tarda serata di giovedì 27 maggio, il personale della polizia ferroviaria di Livorno ha arrestato un cittadino tunisino, 31enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Nella tarda serata di giovedì, il personale della polizia ferroviaria di  Livorno ha arrestato un cittadino tunisino, 31enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I poliziotti, nei giorni scorsi, avevano avuto notizia di un non meglio specificato spacciatore nordafricano, che, spostandosi in treno da Pisa, arrivava a Livorno per rifornire il quartiere di droga.
Verso le 22, gli agenti della Polfer hanno notato nella piazza antistante la stazione ferroviaria un consistente numero di “clienti” e contestualmente hanno visto un giovane tunisino uscire dallo scalo ferroviario con al seguito una bicicletta.
Il magrebino, passando di fronte al gruppo, ha fatto loro segno di attendere poi è salito sulla bici e si è allontanato.
I poliziotti avendo notato il movimento, si sono posizionati in modo da precludere ogni via di fuga al giovane che, vistosi scoperto, ha cerato di liberarsi di due involucri in cellophane gettandoli in un’aiuola tentando poi la fuga in sella alla bicicletta.
Dopo un breve inseguimento lo straniero, abbandonato il velocipede, ha proseguito la fuga a piedi ma è stato bloccato dalla polizia che ha anche recuperato gli involucri poco prima gettati dal tunisino.
Oltre ai due involucri, che  contenevano circa 5 grammi di cocaina e altrettanti di eroina, sono stati rinvenuti addosso al giovane anche numerosi pezzi di cellophane comunemente utilizzati per confezionare dosi di droga. Lo straniero è stato sottoposto, nel tardo pomeriggio di venerdì 28 maggio, a rito per direttissima, dove è stato convalidato l’arresto.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!