Cerca nel quotidiano:


Detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico: 55enne ai domiciliari

L'attività di polizia giudiziaria nasce da una segnalazione proveniente dalla polizia statunitense

Venerdì 18 Giugno 2021 — 16:37

Mediagallery

Il 17 giugno gli agenti della polizia postale hanno dato esecuzione ad un decreto di perquisizione emesso dalla Procura della Repubblica di Firenze, competente per i reati di pedopornografia minorile, nei confronti di un livornese di 55 anni per i reati di cui agli art. 600 TER del codice penale (divulgazione di materiale pedopornografico) e 604 QUATER del codice penale (detenzione di materiale pedopornografico). Durante la perquisizione, si legge in un comunicato del 18 giugno, i poliziotti hanno accertato che il pc dell’indagato era acceso e funzionante con un software, atto allo scaricamento e condivisione di file sulla Rete. Si sono resi necessari, pertanto, accertamenti tecnici sul posto i quali hanno evidenziato che il 55enne era intento allo scaricamento di file video con contenuto a carattere pedopornografico, nonché alla condivisione di file video e immagini. Colto in flagranza di reato, l’uomo è stato arrestato mentre la perquisizione ha portato al sequestro di cospicuo materiale informatico che dovrà successivamente essere sottoposto ad accertamenti tecnici di personale specializzato. L’arrestato è stato posto ai domiciliari. L’attività di polizia giudiziaria nasce da una segnalazione proveniente dalla polizia statunitense tramite NCMEC (national center for missing exploited children), organizzazione non governativa americana che riguarda la diffusione sulla Rete di file dai contenuti pedopornografici attraverso chat sui social.

Riproduzione riservata ©