Cerca nel quotidiano:


Discarica abusiva: scatta il sequestro

I rappresentanti legali delle due società coinvolte sono stati denunciati alla procura della Repubblica per il reato di abbandono di rifiuti

lunedì 13 Maggio 2019 11:47

Mediagallery

Nell’ambito di un’attività svolta a salvaguardia dell’ambiente, i Finanzieri della Stazione Navale di Livorno hanno sottoposto a controllo un’azienda edile che lavora sul territorio livornese.
Durante il sopralluogo le Fiamme Gialle hanno rinvenuto, sul retro della palazzina adibita a sede amministrativa della società controllata, numerosi cumuli di rifiuti composti da residui di lavorazioni edili, pneumatici fuori uso, batterie ed olii esausti, barattoli di vernice usati ed alcune lastre di eternit. I materiali risultavano abbandonati direttamente sul suolo, lasciati alle intemperie, senza alcun rispetto delle normative ambientali.

Preso atto di quanto rilevato, i finanzieri hanno proseguito l’attività ispettiva controllando tutte le licenze ambientali in possesso della società; ciò ha permesso inoltre, di accertare che uno degli autocarri utilizzato per le attività della ditta era sprovvisto della necessaria autorizzazione per il trasporto dei rifiuti, e che l’area ed il veicolo usato impropriamente erano di proprietà di un’altra azienda che concedeva “gratuitamente” l’uso di tali beni.

Al termine delle operazioni l’area, i rifiuti e il veicolo sono stati posti sotto sequestro, mentre i rappresentanti legali delle due società coinvolte (rispettivamente di 72 e 57 anni, entrambi livornesi) sono stati denunciati alla procura della Repubblica per il reato di abbandono di rifiuti, così come previsto dal Decreto Legislativo 152/2006, “Testo Unico Ambientale”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.