Cerca nel quotidiano:


Donna investita sulle strisce: in ospedale

L'uomo alla guida della macchina: "Ho frenato ma la macchina non ha risposto come avrei voluto per colpa dell'asfalto bagnato"

mercoledì 01 giugno 2016 13:11

Mediagallery

Una donna di circa 60 anni è stata investita sulle strisce pedonali di viale Carducci all’altezza dell’Hotel Amico Fritz prima della rotatoria di piazza Dante intorno alle 12.50 di mercoledì 1° giugno. Un uomo alla guida della sua Golf si è accorto dell’attraversamento pedonale, da viale Carducci verso via Donnini, forse troppo tardi e quando ha toccato i freni per fermare la sua corsa, l’auto non ha risposto come si sarebbe aspettato forse complice anche l’asfalto bagnato dalla pioggia incessante. Inevitabile così l’urto tra la macchina e la 60enne che ha urtato la testa contro il parabrezza del veicolo. Sul posto si sono precipitati i volontari della Svs che hanno prestato i soccorsi alla donna rimasta fortunatamente sempre cosciente. “Ho frenato ma l’auto non si è fermata anche per colpa dell’asfalto bagnato”, ha dichiarato l’uomo di circa 45 anni alla guida della Golf. La signora è stata trasportata al pronto soccorso per le cure del caso. Traffico a singhiozzi per alcuni minuti.

Riproduzione riservata ©

23 commenti

 
  1. # Yuri

    Vai piano e vedrai che la macchina frena!

  2. # Francesco R.

    Viale Carducci, è nòva!!! Gomme liscie? Gomme cinesi? Gomme economiche?… Auguri di pronta guarigione alla signora.

    1. # la Pirelli è diventata cinese!

      Io c’ho le gomme che sono oltre che cinesi anche economiche e sai cosa ti dico? Che non rimpiango quelle che avevo prima e la macchina va benissimo! Ci puoi avere anche le gomme da F1 ma se non sai guidare….. i vaini me li tengo in tasca invece di darli alle multinazionali.

  3. # Kristy

    Occorre attenzione sempre.

  4. # Liburnico

    la velocita’ va regolata in base al tempo e al fondo stradale!!

  5. # steve

    bisogna rallentare appena si mette piede sulle strisce e ci vuole insegnare l’abitudine che a Livorno manca di fermarsi. Su questo lo Street control non funziona!

    1. # Marco

      De e chi sei il principino che come metti il piedino sulle strisce tutto il mondo si deve fermare? Io sono sia automobilista che pedone ed anzi è più il tempo che vado a piedi che in auto e quando attraverso mi curo che non passi nessuno o che le auto si possano fermare in sicurezza….

  6. # John

    Sarà pure bure bagnato, ma non guidava una 500 …. velocità?

  7. # signo

    avoglia di avecci il macchinone.. se c’avete le gomme usurate o di scarsa qualità succedono queste cose. come diceva quella pubbilcità anni 90? “la potenza è nulla senza il controllo”

    1. # mi fate ride

      La Golf è da ritenersi un macchinone in Italia così come se vai nel Burundi con una Fiat UNO arrugginita passi da signore.

  8. # Cinzia

    Non è la prima volta che l’autista della Golf non si ferma a quelle strisce.
    stavolta gli è andata male, peggio per la signora mi dispiace per lei ed a lui speriamo tolgano la patente per un bel po’!

  9. # RobinHùdde

    Sul viale Carducci ci vorrebbero le strisce pedonali “rialzate” come nell’antica Pompei: dei blocchi di pietra con passaggio obbligato a misura di ruota… oppure delle belle passerelle come nelle città civili, altro che funivie! Il passaggio pedonale di fronte al Parterre, poi, è peggio di una roulette russa, sai quando inizi ad attraversare ma non sai se arriverai mai di là.

  10. # pidiota

    tutta colpa di Nogarin

  11. # Patrizia

    Ahimè temo che l’unico attraversamento sicuro in città sia quello in prossimità dei semafori…
    Stendiamo un velo pietoso dunque verso le zone in cui scarseggiano,
    vedi ad esempio la zona Accademia Navale …
    Il fatto che il Viale Italia sia considerata una strada a scorrimento veloce
    non può farci scordare che è comunque una via cittadina dove non dovrebbe
    essere superato il limite massimo di velocità di 50 km. orari…

  12. # Giorgio

    Tutto il rispetto verso questa donna investita ma….diciamoci la verita’, a quanti di voi e’ capitato che molte persone anche se ti vedono arrivare (in barba all’istinto di conservazione) ti si parano davanti improvvisamente sulle strisce e ti guardano anche con aria di sfida andando piu’ piano possibile? Ho notato tra l’altro che il fenomeno e’ in costante aumento. L’amore per se stesso ti consiglia di guardare sempre attentamente prima di attraversare e se uno ti arriva in velocita’….FALLO PASSARE TANTO CHI ALLA FINE CI RIMETTE, E’ SEMPRE IL PEDONE!

    1. # vasco

      magari ridai una guardatina al codice della strada ammesso che tu l’abbia mai fatto. Il pedone che attraversa non solo sulle strisce, ma anche in prossimità di esse ha SEMPRE la precedenza sulle autovetture che devono SEMPRE rallentare anche se in quel momento non c’è nessuno che impegna la strada. All’estero non esiste che un automobilista non si fermi davanti ad un pedone sulle strisce. E’ solo qui che fanno tutti come c…gli pare. Fintanto poi non accade a qualcuno che si conosce e allora ti rendi conto di quanto superficiali siamo alla guida delle nostre auto. Prima di parlare a vanvera abbi rispetto per le vittime della strada e rifai qualche lezione di scuola guida.

  13. # alberto

    d’accordo su tutto, però non so come sia successo ma non sarebbe la prima volta che attraversano di volata…e oltretutto ora molti attraversano direttamente in bici, in piazza della Repubblica ne hanno già centrati un paio!!! Ma un bel semaforino con pulsante magari nei posti più pericolosi,come appunto V.le Carducci no? E ricordatevi commentatori, finché abbiamo denti in bocca non sappiamo quel che ci tocca!

  14. # romme

    Si si è vero, la nonnina ha atteso dietro la siepe ed è balzata, tipo gatto con il passerotto, sulle strisce al grido avanti Savoia. Il povero pilota che procedeva a 49 km/h non ha potuto evitare l’impatto.
    … ma levatevi di torno… E dovete andà piano!

  15. # orso

    Da dove sono spuntati tutti questi assi del volante che commentano ?A sentire voi meta’ dei piloti al GP di Montecarlo dovevano essere di Livorno,oltre a meta’ degli ingegneri meccanici ai box…

  16. # Mobilità Nuova

    .”..l’auto non ha risposto come si sarebbe aspettato forse complice anche l’asfalto bagnato dalla pioggia incessante. Inevitabile così l’urto tra la macchina e la…”
    Forse si poteva scrivere un pò meglio l’articolo, il soggetto è sempre l’auto brutta e cattiva! mica quello che la guidava che magari c’aveva d’andà più PIANO visto che piove e l’asfalto è bagnato 🙁
    Auguri alla signora

  17. # Yuri

    Colpa di Berlusconi

  18. # gino

    Menomale ora mettono la funivia!!!!

  19. # massimo

    Livorno ha sempre rifiutato l’installazione dei dissuasori di velocità con sopra le strisce pedonali. E’ sempre stato detto che erano irregolari,vedo che in moltissime città piccole o grandi sono diffusissimi. Intendo i veri diffusori con certe larghezze e altezze in modo tale se se li superi con velocità voli con possibili danni all’auto quando ritocchi l’asfalto NON PARLO DI QUELLI DI GOMMA TIPO 3M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive