Cerca nel quotidiano:


Droga, nei guai studente di 20 anni

Dall'inizio dell’anno sono state 34 le persone arrestate dai carabinieri di Livorno per reati in materia di sostanze stupefacenti

mercoledì 05 settembre 2018 17:53

Mediagallery

Continua l’azione di contrasto dei carabinieri di Livorno contro lo spaccio di stupefacenti in città. Dopo la denuncia a piede libero alla procura della Repubblica di due persone, trovate in possesso di 210 grammi di marijuana, e la segnalazione di altri due consumatori alla prefettura, nella notte tra martedì 4 e mercoledì 5 settembre i carabinieri della stazione di Livorno Porto hanno sorpreso un 20enne, studente livornese, in possesso di 18 grammi di hashish e 9 grammi di marijuana. Anche per lui è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di droga.
Dall’inizio dell’anno sono state 34 le persone arrestate dai carabinieri di Livorno per reati in materia di sostanze stupefacenti, 89 quelle denunciate in stato di libertà e 141 i segnalati all’autorità amministrativa poiché assuntori di stupefacenti. Oltre 20 kg le droghe derivanti da cannabis complessivamente sequestrate dall’Arma labronica.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Giulia

    Adesso si che saremo più sicuri senza tutta questa droga in giro per la città!!! È quasi difficile da vedere nella foto talmente è poca!

    1. # MAURIZIO

      Bellissima risposta Giulia, sembri quasi insoddisfatta del risultato come se tu fossi dispiaciuta che ci sono ancira istituzioni che fanno bene il loro lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.