Cerca nel quotidiano:


Entra nel cortile poi accoltella condomino

Un uomo si è introdotto nel cortile di un'abitazione privata. Una volta vistosi scoperto ha estratto un coltello e ha ferito uno dei proprietari alla spalla sinistra

Venerdì 2 Settembre 2016 — 11:23

Mediagallery

gentili lettori, vi invitiamo a commentare non oltre il concetto di “critica”. I commenti discriminatori che finiscono per alimentare la rabbia e quelli rivolti a cercare lo “scontro” con il lettore non verranno pubblicati. Grazie della collaborazione

Nella serata del 1 settembre, verso le 20,30, i carabinieri sono dovuti intervenire in via di Salviano a seguito delle numerose chiamate giunte al 112 da parte di alcuni residenti che segnalavano una violenta lite. Giunti sul posto, i militari hanno appreso che, pochi minuti prima, uno sconosciuto verosimilmente di origine nordafricana si era introdotto all’interno di un cortile privato. I proprietari dell’abitazione, vista l’intrusione, hanno tentato di bloccare l’uomo il quale, allo scopo di guadagnare la fuga, ha estratto un coltello brandendolo e ferendo alla spalla sinistra uno dei condomini intervenuti. Datosi alla fuga, il nordafricano è stato comunque inseguito dalla vittima riuscendo tuttavia a far perdere le proprie tracce. I carabinieri sono tuttora alla ricerca dell’uomo.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # adrianO

    il problema è che se lo prendono finisce con una denuncia a piede libero e dopo un giorno questi è fuori

  2. # Antonella

    Gentile redazione, ma se al posto di mettere quella premessa, perché non avete omesso la nazionalità dell’individuo? Che oltre a non essere comprovata non aggiunge nulla al concetto di informazione, anzi alimenta esclusvamente quello che all’inizio invitate il lettore a non fare.

    1. # Bastiano

      Magari perché era nero. Non credo sia colpa del giornale né il fatto che il nordafricano sia entrato in casa della gente, né che la maggioranza dei commentatori siano intolleranti/razzisti. Detto questo, son d’accordo con “Renziano”, servono politiche sociali per attenuare la tensione e aiutare chi versa in condizioni di vita complicate, livornesi, nordafricani, paraguayani e milanesi. Certo che, mentre questo processo viene messo in atto, ammesso che venga messo in atto, servono più controlli e più presenza di forze dell’ordine organizzate per agire in maniera autorevole e non necessariamente autoritaria.

  3. # Kristy

    Ma perché alcune persone che cercano rifugio in altri paesi si comportano in modo violento e pretenzioso. Potrebbero cercare un minimo di integrazione, educazione e civilta’.

  4. # alberto

    Mettili il sale sulla ‘oda !!!

  5. # Renziano

    non è importante sapere se era “verosimilmente” nordafricano o verosimilmente italiano, quanto l’illecito invece che ha commesso, che non va bene indipendentemente da chi ne sia l’autore.
    Dobbiamo imparare ad aprirsi di più verso tutte le culture, perché ognuno in questo mondo ha diritto ad integrarsi. Dobbiamo fare di più sull’accoglienza, sui diritti dei migranti, per creare un multiculturalismo effettivo, e non solo fatto di buone intenzioni.
    I reati non si combattono solo con la repressione, con il giustizialismo, rischiando così di creare divisioni, barriere, confini che invece non devono più esserci.
    Dobbiamo investire in cultura e nel sociale, anche per prevenire situazioni di disagio che possono portare ad episodi come questi. Prevenzione significa anche dare a tutti i migranti una casa decorosa e un buon vitalizio.
    No al razzismo!

    1. # Roby

      Il multiculturalismo è una contraddizione in termini. Una società è tale se si identifica in dei valori di base,altrimenti non è più una società.questa storia del multiculturalismo era il metodo individuato dai comunisti per disgregare le società borghesi e facilitare la rivoluzione proletaria. Ora sarebbe il caso di smetterla . Peccato che la sinistra moderna nonostante i buoni propositi che la anima è destinata a cadere sul l’immigrazione, perché gli immigrati non la voteranno nemmeno in futuro,visto che nella bellissima società multiculturale si organizzeranno con nuovi partiti religiosi

  6. # piratatirreno

    Cambiare al più presto le leggi sulla difesa della proprietà privata…..è doveroso ormai! Lo stato italiano, se non ci tutela, che ci metta almeno in condizione di tutelarci. CI SIAMO ROTTI DI SUBIRE E DOVER STARE ZITTI E FERMI!!!

  7. # Valentina

    Lo prendete prestino!