Cerca nel quotidiano:


Estrae un fucile dall’auto dopo la lite. Sequestrate armi e munizioni

Un cacciatore ha minacciato un uomo e una donna che poco prima lo avevano ripreso perché aveva rubato dal loro terreno della legna. E' accaduto in zona Limoncino/Valle Benedetta

Mercoledì 24 Ottobre 2018 — 13:34

Mediagallery

La polizia ha denunciato un cacciatore per minacce gravi e aggravate, furto, omessa comunicazione all’autorità (richiesta per il cambio del luogo di detenzione di alcuni fucili rinvenuti e sequestrati all’interno di un capanno) e omessa custodia di armi sequestrando 9 fucili da caccia e oltre 200 munizioni.
E’ accaduto la mattina del 22 ottobre quando gli agenti delle volanti sono intervenuti in zona Limoncino/Valle Benedetta per la segnalazione di una lite a seguito della quale, si legge in un comunicato, un cacciatore aveva estratto dalla propria auto un fucile minacciando di morte un uomo e una donna che poco prima lo avevano ripreso perché aveva rubato dal loro terreno della legna. L’uomo e la donna si sono poi presentati in questura per sporgere la denuncia di quanto accaduto fornendo parzialmente la targa della macchina usata dal cacciatore. Le immediate indagini hanno permesso, anche in base al riconoscimento delle vittime, di identificare l’autore. Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti e sequestrati i 9 fucili e le 200 munizioni.

Riproduzione riservata ©