Cerca nel quotidiano:


Evasione e occupazione abusiva: nei guai presidente di un circolo nautico

L'attività investigativa della Finanza ha rilevato l’abusiva occupazione di un’area demaniale di 1.500 mq, la costruzione di dieci strutture non autorizzate ed un’evasione fiscale ai tributi locali per oltre 50.000 euro

Venerdì 7 Dicembre 2018 — 14:56

Mediagallery

I finanzieri della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Livorno, si apprende da un comunicato (con foto) diffuso il 7 dicembre alla stampa, hanno sottoposto a controllo un circolo nautico livornese rilevando l’abusiva occupazione di un’area demaniale di 1.500 mq, la costruzione di dieci strutture non autorizzate ed un’evasione fiscale ai tributi locali per oltre 50.000 euro. L’attività investigativa ha permesso di accertare che il circolo ricreativo aveva occupato abusivamente, in aggiunta alle aree concesse regolarmente, un’ulteriore superficie di oltre 1.500 mq di demanio statale sulla quale erano state costruite alcune strutture abusive. Le Fiamme Gialle hanno provveduto a sottoporre a controllo anche le strutture presenti sulle aree in concessione, constatando che anche queste erano state costruite senza alcun titolo edilizio. Si è poi proceduto, si legge ancora nel comunicato, a verificare il corretto pagamento dei tributi locali, in particolare le Tasse sui Rifiuti (Tares-Tari) dovute per le annualità antecedenti la data del controllo. Il circolo, attivo sul territorio dal 1996, è risultato avere evaso i tributi per oltre 50.000 euro sanzioni incluse, in considerazione anche delle mendaci dichiarazioni presentate nel tempo. Al termine delle operazioni, l’area abusivamente occupata è stata posta sotto sequestro, il presidente del circolo (61 anni, livornese) è stato denunciato per il reato di invasione di terreni dello Stato. Comunicazione di quanto accertato è stata data anche all’Agenzia del Demanio al fine di recuperare i canoni di concessione non corrisposti relativi alle aree illecitamente occupate, quantificati in circa 10.000 euro.

Proseguono i controlli dei finanzieri del comparto Aeronavale della Guardia di Finanza della Toscana, effettuati sull’intero territorio costiero regionale, svolti nell’ambito di una più ampia azione di vigilanza, prevenzione e tutela del bene pubblico demaniale.

Riproduzione riservata ©