Cerca nel quotidiano:


Fiamme da un tir, le spengono i carabinieri

I militari si sono adoperati a recuperare gli estintori di un vicino distributore di carburanti e con questi sono riusciti ad estinguere le fiamme in maniera definitiva

lunedì 03 settembre 2018 16:04

Mediagallery

La mattina di lunedì 3 settembre, intorno alle 6,45, una pattuglia dei carabinieri di Livorno mentre passava da via di Levante è stata richiamata da un forte rumore di frenata (foto d’archivio di Simone Lanari). I militari hanno notato un tir che stava transitando in quella stessa strada ed aveva le ruote del rimorchio bloccate. Dagli pneumatici i carabinieri hanno notato uscire molto fumo e sprigionarsi delle fiamme. Immediatamente facevano parcheggiare il camion in una posizione di sicurezza, nei pressi di una piazzola prospiciente l’ingresso di una fabbrica. Contemporaneamente hanno dato indicazione di spostare le vetture dei dipendenti della fabbrica parcheggiate in zona poiché rischiavano di poter essere raggiunte dal rogo.

Gli stessi carabinieri hanno tentato di spegnere le fiamme con l’estintore in uso al camion e con quello in uso alla autovettura di servizio. Le fiamme però si attenuavano ma non si estinguevano, auto-alimentandosi poco dopo. Visto che la situazione stava per diventare pericolosa – anche perché il mezzo, che era a pieno carico di materiale edile, era appena partito da un deposito cittadino ed aveva il serbatoio di carburante pieno e questo ultimo era posizionato molto vicino agli pneumatici – i militari di iniziativa si sono adoperati a recuperare gli estintori di un vicino distributore di carburanti e con questi sono riusciti ad estinguere le fiamme in maniera definitiva.
In particolare, uno di essi si posizionava sotto al camion per indirizzare la sostanza antincendio direttamente alla base delle fiamme. Per il fumo inalato quest’ultimo è ricorso alle cure del pronto soccorso.
Successivamente i vigili del fuoco, allertati dalla centrale operativa del 112, hanno provveduto a mettere in sicurezza il mezzo, in attesa dell’intervento dei meccanici.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive