Cerca nel quotidiano:


In fuga con 700 pannelli fotovoltaici: 5 arresti

Una vera e propria batteria di ladri quella intercettata e bloccata nella notte a Vicarello dai Carabinieri di Livorno. Arrestati 5 cittadini marocchini. Recuperati 700 pannelli fotovoltaici

Martedì 26 Luglio 2016 — 12:26

Mediagallery

Intorno alle 3 del 26 luglio i Carabinieri del Reparto Operativo di Livorno, coadiuvati dai colleghi della Compagnia, sono riusciti ad intercettare e a trarre in arresto 5 nordafricani, tutti responsabili di Furto aggravato in concorso di oltre 700 pannelli solari, del valore stimato in circa 80.000 €..
A finire in manette un 36enne Farid Ameziane, un 35enne Ali Rezzaki, un 29enne Abdelali, un 32enne Yassine, un 30enne Mounir Malih, tutti originari del Marocco ma residenti da tempo in Italia, tra la Campania e la Puglia.
La suddetta “batteria” era evidentemente venuta in trasferta in Toscana con lo scopo di asportare un ingente quantitativo di pannelli fotovoltaici che avrebbe fruttato decine di migliaia di euro di guadagno. L’obiettivo prescelto era stato individuato nel territorio di Pisa, precisamente a Cascina, presso una ditta individuale a Santo Stefano a Macerata. I nordafricani, però, nel tragitto di ritorno sono incappati in un vasto servizio di controllo del territorio, predisposto dal Comando Provinciale di Livorno e finalizzato a contrastare la recrudescenza dei reati predatori, con impegnate pattuglie del Nucleo Investigativo, del Nucleo Radiomobile e delle Stazioni.
In particolare, i 5 extracomunitari, tutti a bordo rispettivamente di 2 furgoni Fiat Iveco e 2 auto, giunti all’altezza dell’uscita di Vicarello, si sono trovati di fronte ad un posto di controllo dei Carabinieri i quali hanno subito intimato l’alt. I cinque, a quel punto, hanno tentato di forzare il posto di blocco e di darsi alla fuga vedendosi tuttavia sbarrare la strada dai mezzi dell’Arma. Solo una delle autovetture con a bordo 2 dei marocchini è inizialmente riuscita a sfuggire al controllo, ingaggiando con i militari un breve inseguimento conclusosi, però, pochi chilometri più avanti.
Nel corso della successiva perquisizione, i Carabinieri sono riusciti a rinvenire e sequestrare all’interno dei due furgoni il prezioso carico, costituito come detto da oltre 700 pannelli. Una volta in caserma, i cinque stranieri sono stati tutti tratti in arresto e, su disposizione del magistrato, trasferiti presso il carcere delle Sughere. La refurtiva è stata poi riconsegnata al legittimo proprietario.

Riproduzione riservata ©

25 commenti

 
  1. # Vittorio

    Fantastiche risorse delle quali faremmo volentieri a meno.

  2. # Vittorio

    Mandiamoli a casa della Boldrini che saprà come integrarli

  3. # casaloro

    il Piave mormoro’ non passa lo straniero….

  4. # Stop Razzismo

    Continuiamo a colpire chi fugge dalle guerre causate dall’Occidente per dare soddisfazione ad una manica di italiani populisti, razzisti e bifolchi! Il mio sogno è un mondo multietnico senza più discriminazione.

    1. # amaranto67

      spero che tu stia solo divertendoti a suscitare la reazione di qualcuno.. ma nel caso tu sia davvero convinto di quel che dici sappi che il razzismo è una cosa e il perseguire criminali un altra, questi non sono profughi, sono delinquenti e da tali vanno trattati, il mondo multi etnico che vorresti realizzare non potrai realizzarlo con queste persone perche loro aspirano a un mondo omogeneamente musulmano, in quel mondo un cristiano (come religione del libro) potrà sperare di sopravvivere come Dhimmi, un ateo no, stai in campana.

    2. # Pallemosce

      Quindi secondo te è giusto che questi delinquono e facciano i propri comodi.
      Tutti zitti e capo chino? No fammi capire perchè devo capire nel tuo sogno multietnico cosa ci guadagni di preciso. Oh vedi di essere dettagliato perchè qui siamo in diversi duri a capire, perchè in questo tuo ardente desiderio faccio fatica ad arrivarci (ammesso che tu non ne abbia dei vantaggi appunti, in tal caso, c’avrai le tue ragioni).

    3. # madovevivi

      Caro “stop razzismo” ci fai o ci sei? ma in che mondo vivi? spero che il tuo commento sia stato scritto senza pensare, TI posso assicurare che tra i nostri buon cittadini fai fatica a trovare un razzista. Il livornese, ha la sua indole ad aiutare il prossimo è ospitale, rispetto a persone di altre regioni. Diverso è il fatto di ospitare per conto di alcuni politici a cui fà comodo, persone, che poi risultano pericolosissimi criminali che ne approfittano nel nostro sistema giudiziario lento e difficoltoso burocraticamente a condannare queste persone,
      Quindi faresti meglio a star zitto…

    4. # Vittorio

      In Marocco c’è la guerra?

  5. # aDRIANO

    provvisoriamente mettiamoli in hotel con piscina, poi magari gli diamo un posto di lavoro una casa con wi fi poverini non riescono ad integrarsi
    altrimenti senza fare il processo visto colti in flagranza di reato si caricano sul primo traghetto e si rispediscono a casina loro
    poi prima poi lo capisce anche la boldrina

  6. # STUFO

    TUTTE RISORSE CHE FANNO BENE ALL’ITALIA COME DICE RENZI E LA BOLDRINI. QUESTI SOGGETTI NON PENSO SIAMO SCAPPATI DALLA GUERRA……
    POVERA ITALIA IN CHE MANI SIAMO

  7. # Eto55

    Le risorse che salveranno l’Italia ….

  8. # roberto5

    adesso una bella sculacciata !!!!! e fuori subito!!!!

  9. # amaranto67

    non se ne pole più… tra poino ci toccherà trincerarci in riserve….

  10. # Bobone

    Prima seccavano le cisterne di gasolio, ora le RISORSE hanno scoperto la green economy, siamo al Profugo 2.0 !!

  11. # Fulmine

    Boia de questa è concorrenza che fanno ai bresciani

  12. # CheVita

    “La refurtiva è stata riconsegnata al proprietario”, che attende a breve la conferma del giudice “circa un paio d’ore” che obbliga i medesimi ladri a rimontare i pannelli.
    In oltre data la loro passione nel campo fotovoltaico le imprese che ne faranno richiesta avranno manodopera gratis per 2 anni.

    Ahhh no siamo in Italia, Status da rifugiato, 30€ al giorno, vitto alloggio e utenze pagate

  13. # freefreee

    GALERA ! a questi delinquenti incalliti , ma cosa pensate mai di questi criminali , che metteranno la testa a posto prima o poi , NO ! , non è così ormai ne abbiamo le prove , appena escono di galera questi sono pronti a far ripiangere qualcun ‘altro , dopo la galera facciamoci rimborsare dal loro stato il loro mantenimento , e dopo rispediamoli per direttissima al loro paese d’origine , senza che mai più riprovino a ritornare in Italia

  14. # daniele

    Ma cosa vuoi commentare…per una volta che va bene, sai quante ne vanno male? E quello che verrà… andando avanti di questo passo. – Comunque, Grazie ai militari dell’Arma, che questa volta sono riusciti almeno a recuperare la refurtiva. Perché per il resto….lasciamo perdere.

  15. # Meglio populista che pidiota

    Un ringraziamento alla Boldrini per queste sue risorse

  16. # orso

    Sono quelli che secondo la boldrini (lettera minuscola,moolto minuscola)ci pagano la pensione…

  17. # Sfavato

    ma a questo i danni chi glieli paga. Se erano clandestini dovrebbe pagarglieli lo stato che non è stato in grado di levarseli di torno

  18. # strillozza

    @stoprazzismo….ma te sei proprio un genio, complimenti.
    Anche se uno scappasse veramente da una guerra secondo te una volta arrivato qui e’ giusto che rubi ? Che bel cervello…

  19. # Daniel

    Continuiamo a far entrare questa gente in Italia . Continuiamo così
    Alla fine ci butteranno fuori dal nostro territorio.

  20. # Alessandro

    Mi rincuora vedere che si sono ormai estinti i sinistrorsi che se ne escono con…”ehm ma anche gli italiani…”

  21. # Carlo

    leggendo questi commenti , possiamo dedurre che la stragrande maggioranza degli Italiani non sopporta più questo tipo di immigrazione .. da paesi non in guerra e di individui che delinquono.
    Un paese democratico dovrebbe essere l’ espressione del volere della maggioranza .. inve qui siamo vittime di un triunvirato pseudo buonista !!