Cerca nel quotidiano:


Furti alle auto dei genitori fuori da scuola

Almeno quattro i casi da inizio anno a Banditella, via Provenzal e dintorni. Prese di mira le auto dei genitori all'uscita da scuola. "Chiediamo più controlli. Non è bello veder piangere i nostri figli"

Venerdì 2 Marzo 2018 — 15:48

Mediagallery

L’ultimo furto risale a mercoledì 28 febbraio. Vittima Giovanni, 51 anni: “Sono andato a prendere i figli a scuola e quando sono tornato alla macchina ho trovato il vetro posteriore in frantumi (nella foto, ndr)”. Sono almeno altri quattro i casi, come questo, da inizio anno. Tutti si sono verificati nella stessa zona: Banditella, via Provenzal e dintorni nei pressi della scuola elementare. Stesso orario, grosso modo: quello del recupero dei figli a scuola, 13,30 o giù di lì. Stesso modus operandi: il genitore arriva, parcheggia, si incammina verso la scuola e quando torna indietro trova la “sorpresa”. A Giovanni, uno dei genitori derubati, hanno portato via soldi, carte, patente di guida, un bel paio di occhiali, libretto degli assegni. “Sicuramente da parte mia la superficialità di aver lasciato il tutto nell’abitacolo ma sta diventando una consuetudine. Agiscono nel giro di 4-5 minuti al massimo. E’ successo a me come ad altri 4-5 genitori. Senza contare magari chi non lo fa presente neanche. Io mi faccio portavoce del malcontento. Chiediamo più controlli da parte delle forze dell’ordine affinché certi episodi in futuro non si verifichino più”. Al 51enne, intanto, non è rimasto altro che sporgere denuncia alla polizia. “Non è tanto ciò che ti portano via – spiega al telefono – quanto la scocciatura delle pratiche da sbrigare dopo. Ma soprattutto resta il dispiacere nel vedere i propri figli piangere”.

Riproduzione riservata ©

21 commenti

 
  1. # Nedo

    Domenica si vota, andate a votare invece di stare a casa! Chi non vota non ha il diritto di lamentarsi!

    1. # Alessandro

      Te sei una persona intelligente,si vede da quello che acrivi e da come hai azzeccato il commento giusto a questa notizia,complimenti NEDO.

      1. # 4marzoACASA!

        e invece ha ragione da vendere! se non ci arriva non ci possiamo fare nulla

    2. # Virgilio

      Io ho 43 anni… questo genere di furti ci sono sempre stati… rompevano il vetro è rubavano lo stereo e tutto quello che c’èra

      1. # rudy

        e vero . e proprio verò

  2. # Adriano

    In piazza Reggimento Nembo sulle panchine vi era uno zainetto similpelle nero aperto abbandonato su una panchina probabile oggetto di furto. Non ho potuto avvertire le autorità per mancanza di telefono con me e per ovvi rischi non ho potuto prenderlo ovvimente senza prima poter avvisare le autorità

    1. # elio

      Ovvi rischi!?

  3. # frangiac

    come si fa’ a mettere più controlli , non si può mettere un vigile ogni 10 metri , piuttosto abbiate l’accortezza di non mettere in bella mostra oggetti che fanno gola ai ladri , altrimenti fate il loro gioco e a chi tocca dopo non brontoli

  4. # Fabrizio

    Votate e votate bene mi raccomando

  5. # israel hands

    effettivamente chi compie simili gesti ci sarà sempre; tuttavia se quando lo prendono gli facessero passare qualche guaietto magari la prossima volta ci ripenserebbe

  6. # Cicci

    State attenti è successo anche a me e dopo un mese mi hanno rubato in casa brutti maledetti

  7. # Andrea

    Certo che se lascio soldi e altri beni di valore in bella mostra è un invito a rubarli…con la gente che c è in giro…anni fa addirittura le autoradio si nascondevano…

  8. # Traf

    E quindi? Sccome sono in bella mostra approvi che la tentazione fa l’uomo ladro?

    1. # Arfio

      Traf, il tuo ragionamento è apparentemente giusto ma purtroppo la legge prevede altro.
      Per esempio se si lasciano le chiavi nel quadro, è prevista una contravvenzione per incauta custodia del mezzo, stessa cosa se lasci l’auto parcheggiata con un po’ di finestrino aperto.
      Inoltre in caso di furto dove venga riconosciuta una “colpa grave” del proprietario, l’assicurazione non indennizza.

  9. # Luca Giorgetti

    “Ma soprattutto resta il dispiacere nel vedere i propri figli piangere”. Questo è il problema principale che deve affrontare una vittima di un furto? Che piangano questi bambini; fateli piangere, annoiare, commuovere, stupire, cadere, vomitare, affliggere… finché li ripariamo da tutti i mali del mondo non cresceranno mai indipendenti.

    1. # Mario

      Condivido in pieno…e lo dico da genitore

  10. # Andrew

    Ma scusate, più controlli di cosa in questo caso? Cosa vorreste? Una pattuglia fuori da ogni scuola negli orari di ingresso e uscita? Non si lascia niente in vista, questo il miglior deterrente, non si può avere un controllo capillare del territorio. Lo so che non si dovrebbe arrivare a questo, ma la situazione è tale che dobbiamo prevenire questi inconvenienti. Per lo stesso motivo per cui non mandiamo fuori i nostri figli in zone malfamate e li facciamo rientrare presto. Piccoli accorgimenti che riducono il rischio.

  11. # giancarlo

    ANCHE OGGI , NIENTE DI NUOVO !!!!!!

  12. # Nanto

    Parcheggiata o lasciata in doppia/tripla fila?
    Andiamoci a piedi a prendere i nostri figli, facciamogli fare una bella passeggiata che non sono piu capaci di fare 10 passi in fila senza lamentarsi…..
    Comunque, al di là della provocazione (capisco che ci sia chi lavora e sta stretto coi tempi) e riguardo all’episodio in se non capisco debbano cambiare le accortezze se si va a prendere il figlio a scuola rispetto a quando la si parcheggia a casa o altrove

  13. # Gianni 73

    Alcuni commenti …. senza parole … il fatto che una persona dimentichi o sbadatamente lascia i suoi oggetti personali … “ Da diritto a farsi spaccare l’auto?” Ma che cavolo di discorsi ….. a tutti capita a volte di lasciare anche una semplice busta all’interno di una autovettura … novembre 2016 ci sono state più di 80 auto svaligiate ( cercavano attestati di proprietà da falsificare etccc) di cui anche la mia , all’interno non avevo nulla in bella vista come anche tanti che conosco…. la stessa cosa …. fatto sta …. le forze dell’ordine ci fanno poco , non possono vigilare ad ogni angolo della città , più che altro darei pieni poteri agli agenti …. come fanno in altri stati e vedrai….. un po’ di spazzatura la togli …. umiliante beccarli arrestarli e poi sapere che li rilasciano dopo brevissimo tempo ….
    ovunque vai …questo giochino lo facevano anche sul lungomare ( boccale , vaschine etccc) scendi ( inverno o estate ) con la famiglia etccc fra gli scogli per scorgere un tramonto o altro ….. c’è un palo distante che vigila … 5 minuti anche meno hanno già portato via tutto …. centinaia di casi del genere …. si piazzano ovunque … una decina di anni fa anche più … andavano di mira le discoteche , sapendo che chiunque lascia oggetti o indumenti come Giacchetti ed altro all’interno di un abitacolo prima dell’ingresso …. in qualunque caso o c’è o non c’è nulla in vista …spaccano il vetro pur di trovare un qualcosa …

  14. # LEGA prima gli ITALIANI

    Leggo dei commenti allucinanti,qualcuna accusa il derubato di lasciare oggetti in vista nell’auto come se il furto sia colpa sua e no dei ladri,altri parlano che non e’ possibile che i vigili urbani siano davanti alle scuole.Io ricordo di un po’ di anni fa’ che alle scuole quando uscivano i bimbi c”erano i vigili e non per i furti ma per controllare il traffico e per chi parcheggiava come li pareva e allora sara’ meglio di ritornare come era prima cioe’all’uscita delle scuole invece di state a giro a fate le multe i vigili urbani vanno davanti alle scuole a controllare l’uscita dei ragazzi e poi rivogliamo come era.prima il carabiniere o il poliziotto di quartiere cosi forse ci sarebbero meno furti nelle auto e nelle case