Cerca nel quotidiano:


Furto all’Unicef, rubati oggetti destinati alla vendita pro-Ucraina

Il presidente Gagliardi: "I malviventi sono riusciti a rubare i gadget destinati alla vendita di beneficenza il cui ricavato avremmo devoluto alla causa ucraina. Si tratta di braccialetti, spille, bamboline. Tutti prodotti Unicef che gli utenti possono comprare per destinare il ricavato per fini di solidarietà"

Lunedì 14 Marzo 2022 — 20:10

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Ladri nella sede provinciale dell’Unicef in via Terreni (nella foto in pagina il baby pit-stop in porto realizzato grazie alla collaborazione con Soroptimist). Un brutto episodio specialmente se si pensa che i malviventi hanno rubato prodotti legati alla vendita di beneficenza per la solidarietà alla popolazione ucraina in fuga dalla guerra.
A raccontare il fatto è il presidente provinciale Ettore Gagliardi. “Nel pomeriggio insieme al consigliere ci siamo recati come tutti i lunedì alla sede. Purtroppo con la pandemia abbiamo ridotto molto le presenze e, nonostante forniamo spesso un supporto telefonico molto accurato, la presenza fisica in sede è relegata al lunedì e talvolta al giovedì – ha spiegato Gagliardi al telefono con QuiLivorno.it – Così una volta arrivati all’ingresso abbiamo visto quanto accaduto: la serratura era completamente forzata probabilmente con un cacciavite. Un bel danno. E all’interno purtroppo i malviventi sono riusciti a rubare i gadget destinati alla vendita di beneficenza il cui ricavato avremmo devoluto alla causa ucraina. Si tratta di braccialetti, spille, bamboline. Tutti prodotti Unicef che gli utenti possono comprare per destinare il ricavato in beneficenza”. Purtroppo i ladri sono riusciti in questo vile intento: oltre il danno anche la beffa e lo spregio di aver rubato oggetti destinati alla beneficenza.
Sul posto è intervenuta una volante della polizia e la scientifica per i rilievi del caso.

Riproduzione riservata ©