Cerca nel quotidiano:


Furto nella notte al Nuovo Teatro delle Commedie. La solidarietà dell’assessore Belais

Due computer e una chitarra la refurtiva: quinto colpo in cinque anni. Erano ancora accese le candele quando il personale del teatro si è recato al lavoro dopo il ponte pasquale

Martedì 3 Aprile 2018 — 15:43

Mediagallery

Furto al Nuovo Teatro delle Commedie in via Terreni 3, zona Carducci. Due computer e una chitarra Fender sono le cose certe portate via da ignoti nella notte fra il 2 e il 3 aprile. Poi si capirà dall’inventario se mancherà altro. Intanto c’è l’amarezza per il quinto furto subito in cinque anni; furto compiuto a pochi giorni, il 13 aprile, dal quinto anniversario. Erano ancora accese due candele quando la mattina del 3 aprile il personale del teatro si è recato al lavoro dopo il ponte pasquale. All’arrivo la porta di ingresso era spalancata. A terra un piede di porco e la guida della inferriata, divelta, della biglietteria (nella foto). I computer sono stati rubati al piano terra. Nel foyer un libro strappato. Stop. Poi i ladri, indisturbati, sono saliti al primo piano dove si trova il 360 Music Factory Studio Recording. Qui da una delle stanze, tutte chiuse con grossi lucchetti, è stata portata via la chitarra. La presenza, fievole, delle luci delle candele fa pensare che il colpo sia stato messo a segno fra il 2 e 3 dall’ultimo giorno, 31 marzo, in cui era stata chiusa l’ultima volta la struttura. Al personale del NTC non è rimasto altro che chiamare la polizia per denunciare l’accaduto. Su Fb il commento: “Che dire, avevamo già aumentato le precauzioni ma si vede non è bastato. Per adesso ci girano un po’ le scatole ma non ci scoraggiamo. Stateci vicino”.

Questo il messaggio di solidarietà dell’assessore alla cultura Francesco Belais – “Voglio esprimere solidarietà l’associazione Pilar Ternera, che gestisce il Nuovo Teatro delle Commedie, per il furto con cui la notte scorsa è stata colpita la sede del Teatro. I danni subiti, se messi in relazione a una piccola realtà che con fatica e passione porta avanti il suo lavoro ogni giorno, in tempi peraltro sempre più difficili per chi fa della cultura la propria unica fonte di guadagno, direi che sono enormi. Purtroppo non è la prima volta che il Nuovo teatro delle Commedie è oggetto di azioni di questo tipo mentre, sempre più spesso, assistiamo a gesti inqualificabili nei confronti del patrimonio artistico e culturale della città. Gesti che sono frutto dell’ignoranza, della mancanza di rispetto ma anche, in qualche modo, della mancanza di consapevolezza. Mi preme infatti ribadire il grande lavoro che l’associazione Pilar Ternera svolge con passione e competenza sul nostro territorio dal punto di vista artistico, sottolineando quanto la vita culturale e musicale della città si nutra e si arricchisca ogni giorno del lavoro che viene svolto in questi locali. Evidentemente la consapevolezza di possedere un patrimonio di così grande valore è tutt’altro che scontata. Voglio augurarmi di non dover più assistere in futuro a gesti intollerabili come questi”.

Riproduzione riservata ©