Cerca nel quotidiano:


Furto nella notte in gioielleria

Un uomo, armato di spranga, è riuscito a spaccare il vetro attraverso le grate della saracinesca per poi arraffare alcuni dei gioielli presenti in vetrina e fuggire. Sul posto carabinieri e polizia

Venerdì 4 Dicembre 2020 — 12:28

Mediagallery

Sempre nella notte, da segnalare che ignoti hanno provato ad entrare da Betti Dolciumi forzando la saracinesca e provando a spaccarla

L’allarme è scattato alle 00,12 del 4 dicembre. Dalle telecamere della Gioielleria Talarico (nella foto la vetrina infranta) in via Grande si nota un uomo con cappuccio, occhiali da sole e mascherina che armato di una spranga di ferro, che ha poi lasciato sul posto scappando (la spranga è stata poi trovata e sequestrata dai carabinieri), è riuscito a spaccare il vetro attraverso le grate della saracinesca. Una volta spaccato il vetro ha inserito la mano arraffando alcuni dei gioielli presenti in vetrina. Il tutto è durato pochi secondi. La titolare, avvisata dall’allarme, ha avvisato subito il 113 dell’accaduto e una pattuglia si è portata sul posto.
Sempre nella notte tra il 3 e il 4 dicembre, da segnalare che ignoti hanno provato ad entrare da Betti Dolciumi in via Santa Fortunata forzando la saracinesca e provando a spaccarla (foto). Il vetro ha resistito all’urto e il ladro è stato messo in fuga da qualche residente che, alla vista della scena, ha urlato dalla finestra. Sul posto i carabinieri.

Il danno provocato dai ladri alla porta sul retro al Chioschino di Villa Fabbriccotti. I ladri, non riuscendo a scardinarla, sono entrati dalla piccola finestrella soprastante

Ma il conto dei “colpi” dei malviventi non finisce qui. A fare le spese di questo raid notturno anche il Chioschino di Filippo Brandolini di Villa Fabbricotti. Ignoti si sono introdotti, nottetempo, all’interno del parco approfittando dell’oscurità e hanno cercato dapprima di forzare la porta sul retro del chiosco. Poi, non riuscendo ad aprirla, si sono arrampicati fino alla piccola finestrella sopra l’ingresso e, distruggendo la zanzariera e il vetro, sono incredibilmente passati da quel pertugio. Una volta dentro hanno rubato tutti gli spiccioli del fondo cassa per poi scappare via senza che nessuno potesse accorgersene. Sul posto, la mattina del 4 dicembre, una volta scoperto il danno e il furto, sono intervenuti gli agenti della polizia.

Riproduzione riservata ©