Cerca nel quotidiano:


Gatti uccisi, ricompensa di 5mila euro a chi aiuterà le indagini

L'AIDAA: "E' vero si dovrebbe andare a denunciare per senso civico, ma a volte una piccola ricompensa può aiutare. Siamo di fronte a un crimine che non deve restare impunito"

Lunedì 21 Febbraio 2022 — 16:24

Mediagallery

Dopo la decisione dell’ordine dei veterinari, si legge in un comunicato dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (AIDAA), di assumere una criminologa per studiare il profilo di chi in dieci mesi ha ucciso qualcosa come 50 gatti a Livorno, ora l’AIDAA ha aumentato da 3 a 5.000 euro la ricompensa per chi aiuterà ad individuare e denunciare alle pubblica sicurezza e con la propria testimonianza far condannare in via definitiva i responsabili di queste uccisioni (nella foto i carabinieri forestali che seguono il caso). “Lo sappiamo che quelle delle ricompense è un metodo piuttosto crudo, ma non non vogliamo agire fuori dalla legge, anzi con questa iniziativa vogliamo invogliare la gente che sa a parlare – scrive in una nota l’AIDAA – noi non accettiamo segnalazioni anonime ma prendiamo in considerazione quelle segnalazioni che porteranno alla condanna definitiva di questi criminali. E’ vero – conclude la nota AIDAA – la gente dovrebbe andare a denunciare per senso civico, ma a volte una piccola ricompensa può aiutare a sciogliere le lingue, e qui siamo di fronte a un crimine che non può e non deve restare impunito”.

Riproduzione riservata ©