Cerca nel quotidiano:


Gli strappa il borsello e fugge: derubato 80enne

All'interno del borsello rubato un cellulare e 400 euro in contanti

lunedì 23 luglio 2018 11:14

Mediagallery

Nel pomeriggio di domenica 22 luglio, intorno alle ore 17:30, le volanti della polizia sono intervenute in zona piazza Dante su richiesta di un ottantenne il quale ha riferito agli agenti di aver subito uno scippo. Alla pattuglia intervenuta l’uomo ha raccontato di essere stato avvicinato da un cittadino straniero, probabilmente magrebino, descritto con capelli corti e con indosso una tuta da ginnastica, il quale dopo avergli strappato il borsello che teneva a tracolla si è dato alla fuga a piedi in direzione della stazione centrale.
I poliziotti dopo aver verificato che l’uomo non avesse bisogno di cure mediche hanno effettuato un controllo della zona alla ricerca del malvivente senza alcun esito positivo. All’interno del borsello, oltre i documenti personali dell’ottantenne derubato, anche il telefono cellulare e circa 400 euro in contanti.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # mrRobot

    Signor Sindaco, Signori Assessori ma ci passate mai dalla Stazione?

    Era qualche settimana che non ci passavo, sabato scorso… era uno schifo!

    Bivacchi di tutte le specie nei giardini, gente poco raccomandabile nelle vie circostanti
    Sporcizia Ovunque,
    Che bel biglietto da visita per Livorno!

    Vogliamo Intervenire con DUREZZA e DETERMINAZIONE?

    Dove siete? I cittadini richiedono un vero Intervento di pubblica sicurezza e decoro!

    1. # peter

      Appunto, “pubblica sicurezza”, si rivolga al Prefetto che è il responsabile delle Forze dell’ordine.

      1. # mrRobot

        Pubblica Sicurezza e Decoro, si vede che lei non frequenta la zona, buon per lei.
        Le garantisco che prendere un treno o arrivare a tarda serata o prima mattina, non è una bella esperienza. Comune e Prefettura insieme devono riprendere il controllo della zona. La tecnologia esiste non solo per andare su facebook.

  2. # Carlo

    condivo pienamente con mrRobot ed aggiungo che non si vede la presenza di un agente di polizia o un carabiniere … la stazione senza nessun controllo…. non si fa così….!!!!!

  3. # Kristy

    II borsello meglio tenerlo sotto la maglia.

    1. # Enrico65

      Questi ‘signorini’..non si fermano con il nascondere il borsello sotto la maglia (anche perché siamo in piena estate e si nota!!) Bisogna essere più duri con chi commette questi fatti!!!

  4. # Franca

    Io ci sono spesso… mai visto qualcuno a sorvegliare… se arrivi con treno dopo le ore 20 la stazione è deserta… fa paura attraversare i sottopassi non si parli dopo le ore 22…

  5. # Alessandro

    No no permettetemi di controbattere, i controlli ci sono spesso, fermano tutti quelli che passano senza cinture, mentre nei giardini si spaccia tranquillamente, e un gruppetto di prostitute tossicodipendenti lavora indisturbato…..

  6. # Anna

    Tutto vero, concordo.. Fate qualcosa perché la situazione è è diventato davvero pesante. Addirittura hanno trovato un barbone che dormiva per le scale di un palazzo vicino alla stazione..

  7. # freelance

    Urina dappertutto , feci umane uguale , tubercolosi , aids , dengue , sifilide stupri e chi più ce n’ha più ne metta , va bene così , nel medio evo era anche peggio , la tiravano dalle finestre in strada e chi passava di sotto , erano affari suoi , tra poco cominceranno a impadronirsi dei quartieri cittadini e poi ancora e ancora e ancora e poi ancora ancora , ma dove si vuole andare con questi crani che ci sono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive