Cerca nel quotidiano:


Guardia insegue e blocca giovane ladro

In manette un cittadino croato che, insieme ad una complice, aveva da poco effettuato un furto in un appartamento in via del Mulino a Vento

Martedì 2 Agosto 2016 — 04:24

Mediagallery

La polizia si è portata in via del Mulino a Vento in quanto dalla finestra di un piano terra erano stati visti uscire due giovani, un ragazzo ed una ragazza. L’inseguimento dei due fuggitivi è avvenuto ad opera di due persone che avevano visto uscire i ladri dall’appartamento. I cittadini quindi hanno permesso, grazie alle loro costanti segnalazioni alla volante, di monitorare costantemente l’inseguimento fino a che, mentre la ragazza è riuscita a far perdere le proprie tracce, il ragazzo non è stato bloccato sugli Scali Novi Lena da una guardia giurata, libera dal servizio che si era posta all’inseguimento del fuggitivo.
Il giovane fermato, Radosavjevic Antony, croato, ha dichiarato in un primo momento di avere 13 anni ma dal momento che i tratti somatici evidenziavano una maggiore età è stata chiesta ed ottenuta l’autorizzazione al Tribunale dei minorenni di Firenze per l’effettuazione di una radiografia del polso, che appunto ne ha confermato la maggiore età. Lo straniero, al momento del fermo, è stato trovato in possesso di uno zaino, all’interno del quale sono stati rinvenuti alcuni orologi e diversi monili in oro, nonché due cacciaviti.
Nel contempo è stato rintracciato il proprietario dell’immobile che aveva subito il furto. Insieme agli agenti ha visionato l’appartamento che era stato messo letteralmente a soqquadro. I malviventi erano riusciti ad entrare forzando le finestre della veranda con dei cacciaviti. Una volta riconosciuto il materiale rubato, questo è stato restituito al legittimo proprietario. Il croato invece è stato arrestato per tentato furto in abitazione e denunciato in stato di libertà per false attestazioni sulla propria identità.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb

Nuova apertura? Cambio sede? Lancio prodotto? Visibilità di 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivo https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]


11 commenti

 
  1. # ADRIANO

    va bene rubava ma non lasciatelo troppo dentro massimo mezza giornata come sempre cosi entro un paio di giorni rientra a regime con i furti…
    poveretti son profughi anche loro …..

  2. # Roby

    DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA’, PER POTER NUOVAMENTE DELINQUERE

  3. # Ginogino

    Evviva !!!! continuiamo a prenderli tutti, venite,venite pure in Italia tanto non vi succede nulla…..ma dove si andrà a finire ????

    1. # Federico

      Peccato che ti sfugga un “piccolo” particolare: la Croazia è uno Stato membro dell’Unione Europea….

      1. # Yuri

        Peccato che anche a te sfugga un “piccolo” particolare…….
        I CITTADINI EUROPEI POSSONO ESSERE ESPULSI… LEGGI IL LINK E STUDIA!!

        http://www.immigrazione.biz/1403.html

        1. # Federico

          Cosa c’entra tirare in ballo l’espulsione ? Quello è un fatto assodato.
          Il mio commento si riferiva alla frase “continuiamo a prenderli tutti”, come se far entrare in Italia un cittadino europeo(Croato) fosse una concessione e non un obbligo….

          Poi va da sé (o dovrebbe..) che se tale cittadino europeo compie un reato nel nostro paese, lo si condanna secondo le nostre leggi ed eventualmente lo si espelle.

  4. # Meglio populista che pidiota

    Risorse boldriniane crescono

  5. # pasquale

    Mi raccomando, ridategli i cacciaviti, altrimenti dovra’….rubarli.

  6. # John

    Non sapevo ci fossero guerre in Croazia.

    1. # Roby

      Come e’ stato spiegato sopra, il croato non è un profugo,ma un cittadino europeo e come tale va in europa dove gli pare.

  7. # Baccio

    La magistratura è un danno notevole per l’ Italia mandiamo a casa tutti questi giudici corrotti, partiticizzati, e super pagati. Ci vuole una magistrature vera e pulita