Cerca nel quotidiano:


Guida un motorino rubato: denunciato

Un uomo è stato fermato dalla polizia, in viale Nazario Sauro, alla guida di uno Scarabeo risultato rubato. Lo scooterista è stato denunciato per ricettazione

Lunedì 22 Agosto 2016 — 10:55

Mediagallery

Intorno alle 12 del 21 agosto, transitando in viale Nazario Sauro, una volante della polizia ha fermato uno Scarabeo condotto da un livornese classe ’62. Dal controllo è emerso che l’Aprilia era rubato come da denuncia sporta nell’agosto 2013. L’uomo alla guida ha spiegato agli agenti che lo scooter in questione glielo aveva prestato un cittadino albanese senza però fornire ulteriori dettagli. Il 54enne è stato denunciato per il reato di ricettazione. Il motorino è stato restituito al proprietario.

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # piratatirreno

    Addirittura classe ’62 (vergogna)…..prestato da cittadino albanese…..qualche domanda sulla provenienza del mezzo poteva anche farsela….ben gli sta…..

    1. # Luca

      Quasi sicuramente la storia dell’albanese non sarà vera… in questo periodo è facilissimo dire che è colpa di un extracomunitario. E’ molto più probabile che abbia acquistato un motorino rubato a bassissimo costo rispetto al suo reale valore… e credendo di fare il furbo è andato avanti per anni indisturbato.

  2. # Bobone

    Poverino, e ora come ci va al mare? Gli toccherà’ farsene prestare un altro….

  3. # freefree

    purtroppo è così , chissà quanti ce n’e’ di furbi come lui che vivono così

  4. # Peo

    Certo che da agosto 2013 circola liberamente senza assicurazione e nessuno lo ha mai fermato

  5. # Tommy

    Qui qualcosa non torna…l’albanese (ammesso fosse vero) e’ il vero responsabile del mezzo rubato, pero’ a lume di naso sono portato a non credere alla versione dell’inquisito. Come da copione, chi ne paga le conseguenze e’ sempre l’italiano…che combinazione!

    1. # veltro71

      No, no. Torna tutto. Art.648 CP: ..chi, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto, acquista, riceve od occulta denaro o cose provenienti da un qualsiasi delitto, o comunque si intromette nel farle acquistare, ricevere od occultare è punito con la reclusione da due ad otto anni e con la multa da cinquecentosedici euro a diecimilatrecentoventinove euro.

      L’unica cosa che non torna è il fatto che sia ancora a piede libero e non in cella!