Cerca nel quotidiano:


In giro in via Goito con gioielli e attrezzi da scasso: denunciati 3 minorenni

Si tratta di tre ragazzini di 10, 12 e 13 anni. Il più giovane è risultato incensurato. Gli altri due hanno precedenti penali specifici per furto in abitazione

Venerdì 10 Gennaio 2020 — 17:40

Mediagallery

Chi fosse interessato all'eventuale riconoscimento degli oggetti in oro, in quanto vittima di furto degli stessi, può rivolgersi direttamente al personale dell’ufficio reperti dell’Upgsp di viale Boccaccio (telefono: 0586/235.111)

Le volanti hanno rintracciato e denunciato a piede libero tre minorenni, di etnia rom, per ricettazione e possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. Intensificati i servizi di prevenzione da parte delle volanti, soprattutto nelle ore serali e notturne, su tutto il territorio cittadino dopo i recenti colpi messi a segno in questi ultimi giorni dai ladri all’interno delle abitazioni. I risultati non si sono fatti attendere: nella tarda mattinata di venerdì 10 gennaio in via Goito, durante un normale giro di controllo, gli agenti delle volanti hanno intercettato tre minorenni rom, di 10,12 e 13 anni, che alla vista dei poliziotti hanno tentato una fuga per le vie adiacenti, ma sono stati immediatamente raggiunti e fermati per essere quindi accompagnati negli uffici della questura di viale Boccaccio per i controlli di rito, più approfonditi. Ad eccezione del minore di 10 anni, che è risultato incensurato, gli altri due avevano a loro carico diverse denunce per furti in appartamenti messi a segno tra Empoli e Firenze. Il terzetto è stato trovato in possesso di un grosso zaino pieno di cacciaviti ed oggetti atti allo scasso (nella foto in pagina fornita dall’ufficio stampa della questura di Livorno), nonché di svariati monili in oro: il tutto debitamente sequestrato. I tre giovanissimi sono stati affidati a due comunità per minori di Pisa.
Chi fosse interessato all’eventuale riconoscimento di questi oggetti in oro, in quanto vittima di furto degli stessi, può rivolgersi direttamente al personale dell’ufficio reperti dell’Upgsp di viale Boccaccio, 5. (telefono: 0586/235.111).

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.