Cerca nel quotidiano:


Addio a Roberto, autista volontario. Aperta indagine per omicidio stradale

Tragedia in viale Boccaccio: si è spento, in seguito ad un incidente stradale, Roberto Zagni, 73 anni. Giovedì 22 ottobre alle 15 i funerali alla camera mortuaria dell'ospedale. Aperto un fascicolo per omicidio stradale

Mercoledì 21 Ottobre 2020 — 09:38

Mediagallery

Alla guida del Suv che è rimasto coinvolto nell'incidente il consigliere regionale Francesco Gazzetti. "È una giornata tragica e tremenda e non ci sono parole in grado di descriverla. Ai familiari della persona che ha perso la vita va il mio più profondo e totale cordoglio"

Tragedia in viale Boccaccio, all’altezza di via Lopez, dove intorno alle 7,45 del 21 ottobre si è verificato un incidente mortale.  Coinvolti due mezzi: un’auto e uno scooter. In seguito all’impatto tra i due mezzi, avvenuto sulla fiancata lato passeggero dell’auto (foto), lo scooterista non ce l’ha fatta. Si tratta di Roberto Zagni, autista volontario della Misericordia di Montenero, 73 anni (nome, foto e dati personali aggiunti da questa redazione alle 12.45 in seguito all’accertamento del fatto che la tragedia fosse stata comunicata dalle persone preposte a farlo alla famiglia). Rimasto completamente illeso, ma sotto shock, l’automobilista. Alla guida del Suv il consigliere regionale del Pd, Francesco Gazzetti. In corso gli accertamenti per ricostruire la dinamica e stabilire eventuali responsabilità. Sul posto polizia municipale e polizia.

LA VITTIMA, ROBERTO ZAGNI

LA VITTIMA, ROBERTO ZAGNI

“Stamani in un incidente stradale nel quale sono coinvolto ha perso la vita un uomo – ha scritto nel pomeriggio il consigliere Gazzetti sulla sua pagina Facebook – È accaduto a Livorno. È una giornata tragica e tremenda e non ci sono parole in grado di descriverla. Ai familiari della persona che ha perso la vita va il mio più profondo e totale cordoglio così come a tutti i suoi conoscenti e amici e all’associazione di volontariato alla quale apparteneva. Sono ore durissime e drammatiche e il mio pensiero è rivolto soltanto a loro”.
L’indagine per omicidio stradale – La polizia municipale ha aperto, come di prassi in questi casi di incidente mortale, un fascicolo in Procura per omicidio stradale dove è stato iscritto, a garanzia, Francesco Gazzetti che, appunto, era alla guida dell’auto coinvolta. Nel fascicolo in mano del magistrato di turno sono state inserite due testimonianze di testimoni oculari raccolte sul posto dagli agenti della municipale e le immagini registrate da una telecamera di bordo (dash cam) di un’auto presente sul posto in quei drammatici momenti. I mezzi coinvolti nel sinistro sono stati sequestrati e messi a disposizione degli inquirenti.
Il ricordo dei confratelli – Zagni si stava recando alla sede della Misericordia per entrare inservizio presto al mattino.  Era un autista volontario da circa sei anni  e da poco era entrato all’interno del consiglio direttivo della Misercordia di Montenero (Magistrato). “Era ben voluto da tutti noi – ricordano commossi dalla sede dell’associazione di volontariato – dedicava molto tempo al servizio con più turni a settimana. E’ entrato in punta di piedi come spesso accade ai nuovi arrivati, pian piano il suo impegno e la sua umanità lo hanno portato ad essere sempre più coinvolto nelle dinamiche della nostra Associazione tanto da entrare a far parte del Consiglio Direttivo. Amato dai più giovani, Robertone veniva spesso coinvolto nei turni notturnidedicando sempre più tempo al volontariato”.
Giovedì 22 ottobre Roberto Zagni sarà esposto dalle 10 in poi alla camera mortuaria dell’ospedale.
La funzione funebre si terrà nel pomeriggio alle 15 sempre alla camera mortuaria dell’ospedale. La Misericordia di Montenero ringrazianotutti per la stretta vicinanza in questo momento di dolore.

Riproduzione riservata ©