Cerca nel quotidiano:


Investita mentre attraversa sulle strisce con il suo cane

Una donna di 60 anni è stata colpita da uno scooter mentre attraversava la strada. Per lei si parla di una probabile frattura alla gamba

martedì 03 Settembre 2019 16:18

Mediagallery

Una donna di 60 anni è stata investita mentre stava attraversando sulle strisce pedonali davanti alla Villa Fabbricotti in viale della Libertà. La sessantenne stava passeggiando con il suo cane al guinzaglio e stava cercando di raggiungere l’altra sponda della strada quando, uno scooter, l’ha colpita non riuscendo ad evitarla. Sul posto si sono portati i volontari della Svs intervenuti con un’ambulanza.
Il tutto è accaduto intorno alle 10,45 di martedì 3 settembre. La paziente, secondo i primi riscontri clinici, avrebbe riportato un trauma cranico commotivo, una probabile frattura della gamba sinistra ed alcune escoriazioni. L’infortunata è stata quindi accompagnata d’urgenza al pronto soccorso di via Gramsci in codice rosso dove è stata allertata la shock room per ulteriori approfondimenti sanitari. Illeso il cane che è stato affidato alle cure dei familiari della donna ferita. Sul luogo del sinistro si sono portati anche gli agenti della polizia municipale per i rilievi di rito.

Riproduzione riservata ©

18 commenti

 
  1. # elit

    Gli agenti della polizia municipale si può sapere quanti sono e dove sono? È un continuo investire i pedoni! Le sanzioni per chi investe i pedoni sono troppo lievi ritiro della patente per qualche anno vedrai che scooter e automobilisti ci pensano a non fermarsi! Auguri alla signora di pronta guarigione

    1. # Piero

      La domanda è un’altra..oggi attraversare la strada da lungomare alla città é un grosso pericolo. Ma abbiamo le rotonde e quante per farne cosa?? A Barriera Margherita hanno fatto una piazza d’armi costata 550 mila euro. Ma si lascia i due monumenti in stato di abbandono e passano le moto a velocità pazzesche ed i vigili sono a fare le multe ai motorini in divieto di sosta. Mettete l’auto velox sul viale Italia invece di fare cassa sulla variante e strappate le patenti per chi fa la pole position sul viale.

  2. # Alisia

    ARI-DANNENE…!!!! DISSUASORI, DISSUASORI; DISSUASORI…SUBITO OGNI 500 mt….ALTROCHE’ rotatorie…

    1. # Marco

      Altro intervento inutile, i dissuasori sono ostacoli anche per i mezzi di soccorso e metterli ogni 500 metri è delirio assoluto.

      1. # Giulio

        Questa mattina alle 07.50, accompagnavo mia moglie al lavoro, all’altezza di porta a Mare, mi sono fermato (lato destro), per fare attraversare dei pedoni (stranieri, Mamma Babbo e figlio piccolo di circa 4/5 anni), una twuingo bianca mi ha superato, ho suonato il clacson e per fortuna la famigliola si è fermata e non è stata investita dallo scellerato/scellerata automobilista. La famiglia straniera mi ha ringraziato. Bisogna andare piano, rispettare la velocità e il codice della strada ed avere il buon senso di capire che se una macchina è ferma, forse c’è un motivo. Se non avessi suonato il clacson e quella famiglia avesse continuato a camminare sarebbe successa una tragedia, per cosa, per arrivare dove. Meglio arrivare tardi che uccidere delle persone. Ognuno di noi dovrebbe pensarci, i mezzi di locomozione li paragonerei a delle armi pericolose se in mano a persone menefreghiste, prepotenti. Esiste l’omicidio stradale. Ma se uccidi una persona con l’automobile cosa porterai dentro per tutta la vita, potrai mai guardare negli occhi i familiari di chi hai ucciso? Cosa dirai? Avevo fretta, ero in ritardo al lavoro, avevo fretta portavo mio figlio a scuola. Avevo fretta…..dobbiamo ridimensionarci, rispettare il prossimo. Questa è la base per un convivere civile.

  3. # Ser Jo

    Non conosco la dinamica di questo ennesimo incidente, sul quale non esprimo giudizi.
    Faccio una constatazione in generale, purtroppo da quando è entrata in vigore la legge ( sintetizzo ) ” sulle strisce hai sempre ragione “, dimentichiamo che comunque si attraversa una strada, non ci curiamo dei mezzi che sopraggiungono, e sbuchiamo da dietro le auto parcheggiate come se fossimo ancora sul marciapiede.
    Diamo il tempo a chi guida di vederci, se il primo non si ferma perché è troppo vicino, lo farà quello dietro,.
    È vero che poi la assicurazione paga, ma i danni maggiori li subiamo noi …

    1. # Fabio

      Sono perfettamente d’accordo. I pedoni in generale, quando sono sulle strisce ed hanno, GIUSTAMENTE, diritto di precedenza, attraversano incuranti di tutto e senza minimamente sincerarsi se qualcuno sopraggiunge. Capita pure che si buttino letteralmente in strada. E’ chiaro che poi, in caso di sinistro hanno ragione al 100% ma, visto che chi guida non è certo sempre infallibile, un pò più di attenzione anche da parte Loro non guasterebbe, anche perchè sono certamente coloro che hanno quasi sempre la peggio in caso di incidente.

    2. # #UnoACaso

      Neanche io conosco le dinamiche dell’incidente… ma SE attraversiamo sulle strisce…..

      – I mezzi che sopraggiungono, hanno L’OBBLIGO di rallentare e dare precedenza nelle vicinanze dell’attraversamento pedonale… (un po’ come lo STOP, ci si dovrebbe fermare a prescindere….). Quindi, in teoria, dovrebbero avere tutto il tempo di frenare.

      – Se sbuchiamo da auto parcheggiate, significa che qualcuno ha posteggiato dove non dovrebbe, limitando la visibilità, quindi siamo di nuovo davanti ad un cattivo comportamento degli automobilisti… anche se rispettando la prima regola, si può ovviare anche a questo problema.

      – In città, il limite è spesso 50km/h (che poi quasi nessuno lo rispetti, è un altro paio di maniche)

      Io penso che ci sia solo molta “maleducazione stradale” (sia in chi giuda e spesso in chi attraversa quando e dove vuole lui)… e si, sono d’accordo, servono pene PESANTI per le infrazioni alla guida.

    3. # Andrea Maio

      In prossimità delle strisce pedonali si deve rallentare e accettarsi che non attraversi nessuno. In prossimità delle strisce pedonali non si può parcheggiare, proprio perché deve essere visibile a chi guida. Si rilegga il codice della strada e a Livorno si deve imparare ad andare in scooter, non siamo in pista, non si va con il telefono infilato nel casco mentre si parla, non si va a 80.90 km/ h in centro. Non ci sono scuse, si va piano e si sta attenti ai pedoni. Stop

  4. # gianni

    troppe distrazioni e pochi controlli. vedo tutti i giorni ciclisti contromano, motorini impazziti, gente che guida col telefono all’orecchio… se non si pongono dei paletti, se non si interviene energicamente nel rispetto delle leggi e del codice della strada, questo resta uno tra tanti episodi quotidiani.

  5. # PIRATA

    Insegno ai miei bimbi di non attraversare finche’ non sono ferme le macchine..Attraverso quelle strisce 4 volte al giorno e in presenza di bambini non si ferma nessuno ti guardano girano lo sguardo e accelerano….

  6. # Marco

    Troppe distrazioni si ma da parte dei pedoni. Ai pedoni hanno dato troppi diritti ed è già stupido suddividere il mondo in pedoni ed automobilisti perché tutti attraversiamo la strada a piedi e tutti abbiamo la macchina quindi di cosa stiamo parlando? . La gente attraversa la strada senza guardare senza curarsi se il mezzo che sta sopraggiungendo è troppo vicino per potersi fermare in sicurezza. Non entro nel merito di questo fatto che non sappiamo come siano andate realmente le cose ma rispondo agli zelanti commenti di chi sostiene che le sanzioni per chi investe siano troppo blande, in realtà le sanzioni andrebbero messe ma per i pedoni incoscienti.

    1. # elisa

      Ma ti rendi conto del commento che hai scritto? A scuola guida insegnano che quando ti avvicini ad un attraversamento pedonale devi rallentare prima e accertarti che non ci siano pedoni in procinto di attraversare.
      ” La gente attraversa la strada senza guardare senza curarsi se il mezzo che sta sopraggiungendo è troppo vicino per potersi fermare in sicurezza.” parole tue ………..E’ IL MEZZO CHE AVVICINANDOSI DEVE RALLENTARE NON IL PEDONE, ma roba da pazzi ma dove l’hai presa la patente coi bollini della barilla. E ci scrivi pure un commento io ti rileverei la patente pensa te!!!!!

  7. # ElMoroSchietto

    L’ attenzione, a mio parere, è segno di buon senso per evitare sia postumi che conseguenze indesiderate ma,
    pur ripetendomi, da tempo, leggo sempre queste notizie. FACCIAMO PIU ATTENZIONE, tanto di problemi ce ne sono già abbastanza. I miei sinceri Auguri alla Signora, per una perfetta guarigione che a Livorno (Ospedale) sono da elogiare.Ciao.

  8. # Antonio

    Dissuasori subito anche in via Marradi anzi, chiusura totale!!!
    Basta!!!!
    Solo mezzo pubblici!!!

  9. # Antonio

    …Sig Marco…Non si è mai mosso da Livorno forse!!!
    In tutto il mondo è il conducente che si deve preoccupare di fermarsi sempre!!

  10. # bimbone

    oramai davanti alle strisce, soprattutto in determinate zone come questa, ci vogliono i dissuasori messi a 50 mt…che almeno fanno rallentare auto e scooter.

  11. # Mauro

    Io sono da anni che abito a Livorno e non se ne può piu di vedere soprattutto sul viale Italia arrivando a tre ponti macchine che vanno a dumila e scooter che passano dappertutto,bisogna mettere 30 orari e date multe salate a chi non si ferma sulle strisce.
    Andate a vedere sul viale Italia dalle 17.39 in poi Cosa succede.
    Tutti di corsa vanno.
    E basta……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.