Cerca nel quotidiano:


Isola d’Elba, crolla una palazzina: sale a tre il bilancio delle vititme

Ancora due le persone ricoverate in ospedale in gravi condizioni in seguito allo scoppio dell'edificio

Martedì 23 Luglio 2019 — 08:11

Mediagallery

Dramma e paura all’alba all’isola d’Elba dove si è registrato un crollo di una palazzina. Il tutto è accaduto a Portoferraio, in via de Nicola, intorno alle 4.45 di martedì 23 luglio (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere i video e le immagini aeree riprese dal centro documentale dei vigili del fuoco).
Secondo quanto riportato dai vigili del fuoco, intervenuti sul posto pochi minuti dopo la deflagrazione, non è da escludere che il motivo si possa ricondurre ad una probabile fuga di gas. Sul posto sono intervenute le unità cinofile con personale Usar (Urban Search and Rescue) al seguito.
Anche la Misericordia di Montenero tramite un suo volontario, in vacanza dal servizio, sta dando il suo contributo da pochi minuti dopo lo scoppio.
Il bilancio di vittime e feritiSilvano Pescatori, 68 anni, è stato ritrovato morto insieme alla moglie, Maria Grazia Mariconda, 76 anni. Entrambi sono livornesi e trascorrevano spesso le vacanze sull’isola. Il giorno seguente purtroppo, mercoledì 24 luglio, non ce l’ha fatta neanche Alberto Paolini, 76 anni, ricoverato sin da subito al Centro Grandi Ustionati di Pisa in gravissime condizioni. In condizioni critiche sua figlia di 46 anni. Meno grave invece la moglie, 75 anni, ricoverata nell’ospedale di Livorno nel reparto di Rianimazione. Nella palazzina abitava anche una terza famiglia composta da padre, madre e figlio: tutti e tre sono risusciti a mettersi in salvo senza riportare particolari conseguenze.
Il cordoglio della presidente della Provincia – La presidente della Provincia, Marida Bessi, appresa con sgomento la notizia del crollo della palazzina a Portoferraio, esprime profondo cordoglio per le vittime di questa terribile tragedia. “Insieme al consigliere provinciale Andrea Solforetti stiamo seguendo con grande apprensione  l’evolversi della situazione  e sul posto sono presenti anche alcune guardie provinciali – scrive Bessi – Siamo vicini alle famiglie delle vittime e dei feriti, ai quali  auguriamo una completa guarigione con l’auspicio che si possa fare piena luce sulle cause dell’incidente”.

 

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Daniele Cordoni

    Ciao Maria Grazia, ciao Silvano, eravate due persone stupende.