Cerca nel quotidiano:


Ladri scatenati: 3 furti in appartamento, via con la fede nuziale

I malviventi sono stati sorpresi dalla proprietaria all'interno di una delle abitazioni visitate. La donna era rincasata con il figlio intorno alle 22 di venerdì 20 luglio

sabato 21 luglio 2018 15:02

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Tre colpi messi a segno nella giornata di venerdì 20 luglio. Due i furti registrati dai carabinieri in viale Nazario Sauro tra le 18 e le 22 e un altro avvenuto in via Demi, zona piazza Magenta (nella foto in pagina i danni arrecati dai ladri per introdursi all’interno dell’abitazione) sempre intorno all’ora di cena e denunciato la mattina di sabato 21 negli uffici della caserma della polizia in viale Boccaccio.
Nei primi due casi, quelli relativi ai furti in zona stadio, i malviventi si sono introdotti all’interno degli appartamenti di due palazzi, poco lontani l’uno dall’altro, passando dai rispettivi terrazzi al primo piano. Hanno quindi forzato le porte-finestre e le tapparelle avvolgibili per poi avere campo libero all’interno delle mura domestiche lasciate momentaneamente libere durante l’ora di cena dai legittimi proprietari. Una volta all’interno i ladri hanno portato via soldi e gioielli per poi sparire.
Per quanto riguardo il terzo caso, quello relativo alla casa svaligiata in centro, i delinquenti sono invece passati dal giardino e hanno rotto il vetro della porta-finestra (come si vede dalla foto in pagina) per poi mettere a soqquadro l’intero appartamento. Anche in questa circostanza non sono stati portati via gli apparecchi tecnologici (computer, televisori e cellulari non sono stati toccati) ma sono stati invece rubati due anelli di elevato valore affettivo: la fede nuziale della proprietaria di casa e un altro anello di famiglia.
I ladri sono stati sorpresi all’interno dell’abitazione e sono stati disturbati dall’arrivo della padrona di casa rientrata intorno alle 22 con il figlio e il cane. L’ingresso all’interno dell’appartamento ha dunque disturbato i ladri che, trovata la cassaforte, stavano cercando di smurarla con un mazzuolo di metallo lasciato poi sul posto per la furia di darsi alla fuga. Alla vittima del furto non è rimasto altro che rassettare la casa e, la mattina dopo (sabato 21 luglio), recarsi di buon’ora all’ufficio denunce della polizia di Stato.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # Carlo

    al danno materiale si deve sommare anche quello affettivo e psicologico, in quanto sono stati rubati dei ricordi e probabilmente i proprietari hanno avuto crisi di pianto o di rabbia o altro. La giusta pena per iladri, se acciuffati, sarebbe quella di dare loro una punizione in proporzione al male morale, psicologico ed economico che hanno procurato. Invece , se presi, se la caveranno con ben poco. Queste sono le distorsioni delle nostre leggi.

  2. # Giorgio 67

    A chi tocca ‘un brontoli !!! Abbiamo tante belle personcine a giro per il paese.. in un anno tra auto e casa 6 effrazioni….per non rubare niente di valore… solo danni

    1. # Ale

      Che tocchi a te la prossima volta… Voglio vedere se non brontoli…

      1. # Giorgio 67

        Se leggi bene io ho già dato….

      2. # Tenetevi il miliardo, ne prendo dieci

        Leggi bene prima di fare commenti insensati.

  3. # Marco

    È solo una percezione, come il caldo quando c’è tanto tanto umidità. I reati sono in calo e l’Italia è sicura.

    1. # Fulvio

      percezione?????
      Senti tutti quelli che con sacrificio di una vita sono stati depredati anche di ricordi ed affetti!!

  4. # Muflone

    Ma le donnine/ omini che rompono perché il cane abbaia o i figli fanno rumore nei condomini in questi casi non ci sono mai? Se hanno usato una mazza per smurare una cassaforte avranno fatto un po’ di rumore…

  5. # DIEGO

    Ma deh! I reati sono in diminuzione……aoooooo…..SARVINI PENSACI TU!!

  6. # Enrica

    A me è toccato mercoledi sera e vi posso dire che il danno materiale è nulla…il danno affettivo degli oggetti rubati è enorme.In più il sentirti violato in casa tua non sparisce velocemente,io e il mio ragazzo non riusciamo più a dormire tranquilli e ogni volta che usciamo restiamo in ansia e ogni volta che rientriamo siamo sempre in allarme e facciamo il giro di casa.NON SI PUÒ VIVERE COSÌ!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive