Cerca nel quotidiano:


Ladro inseguito da due carabinieri in pensione: arrestato dalla municipale

Inseguimento in via dei Mulini. In manette un 25enne rumeno colpevole di aver borseggiato una donna a passeggio rubandole il portafoglio con all'interno 400 euro

Venerdì 27 Ottobre 2017 — 01:01

Mediagallery

Si è sentita strattonare alle spalle e, senza rendersi conto di quanto stesse accadendo, ha visto fuggire via veloce un giovane. Dalla sua borsa si è subito accorta che mancava il portafoglio. La vittima è una donna livornese di 45 anni che stava camminando in via dei Mulini (zona piazza XX Settembre). Il tutto è accaduto giovedì 25 ottobre intorno alle 19,30. Una volta resasi conto che era stata borseggiata ha subito gridato per richiamare l’attenzione dei passanti. A pochi passi da lei si trovavano per caso due carabinieri in pensione che non hanno esitato un attimo nel cercare di fermare il giovane in fuga correndogli dietro. Sono stati proprio loro a richiamare l’attenzione di una pattuglia della polizia municipale che era in servizio in zona per il pattugliamento del parco della Fortezza Nuova. Così i vigili, scesi dall’auto, si sono lanciati all’inseguimento del ladro che hanno bloccato poco dopo. Addosso, il giovane, aveva il portafoglio appena rubato alla vittima con all’interno circa 400 euro. Per questo il pubblico ministero di turno ha disposto l’arresto e l’accompagnamento in carcere del malvivente: un rumeno di 25 anni che, prima di approdare alle Sughere, è stato accompagnato al comando della polizia municipale dove, gli agenti della polizia giudiziaria, grazie al nuovo ufficio di gabinetto di polizia scientifica diretto dall’ispettore Marco Vaccai e dal dirigente Fabio Cerini, hanno provveduto al foto-segnalamento e al reperimento delle impronte digitali.

 

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Ginogino

    Certo che controllare alle frontiere chi entra nel nostro paese non sarebbe poi cosi tanto male o no ?

    1. # Luca

      ma quali frontiere, la romania è una paese europeo. Ringraziate il governo dell’epoca, che ha facilitato lo smobilitamento di tutte le fabbriche italiane in paesi neo-europei.

  2. # Alessandro

    Ogni giorno stessa zuppa, sara’ il caso una volta per tutte che per vivere tranquilli questo governo si deve mettere in testa di reintrodurre la certezza della pena? Qui si corre davvero il rischio di non uscire piu’ di casa!

  3. # francesco

    Bravi gli ex-Carabinieri e la Polizia Municipale

  4. # Gianluca

    Due miei grandissimi amici e servitori dello Stato…bravi A. e F.!