Cerca nel quotidiano:


Latitante da un anno, arrestato con addosso 50 dosi di droga

In manette uno straniero di 27 anni. I poliziotti della sezione antidroga, che gli stavano dando la caccia da tempo, hanno agganciato il ricercato mentre si trovava a bordo di uno scooter rubato ed hanno predisposto un posto di controllo

Martedì 10 Novembre 2020 — 13:09

Mediagallery

Lo straniero, vistosi scoperto, anziché fermarsi all’alt dei poliziotti, ha accelerato cercando di passare a tutta velocità tra l’auto di servizio ferma e le auto in sosta, ma la manovra non è andata a buon fine ed ha impattato violentemente contro il mezzo della polizia

Un latitante ricercato da un anno, di 27 anni tunisino (A.A. le sue iniziali), è stato arrestato dalla squadra mobile di Livorno nei pressi del distretto sanitario di via di Salviano. Il blitz è scattato alcuni giorni fa, quando i poliziotti della sezione antidroga, che gli stavano dando la caccia da tempo, hanno agganciato il ricercato mentre si trovava a bordo di uno scooter rubato ed hanno predisposto un posto di controllo.
Lo straniero, vistosi scoperto, anziché fermarsi all’alt dei poliziotti, ha accelerato cercando di passare a tutta velocità tra l’auto di servizio ferma e le auto in sosta, ma la manovra non è andata a buon fine ed ha impattato violentemente prima contro il mezzo della polizia e poi con altre due auto in sosta, danneggiandole, per poi finire rovinosamente a terra, rimanendo fortunatamente illeso.
In virtù di quanto accertato, lo straniero è stato immediatamente perquisito e trovato in possesso di ben 50 dosi di sostanze stupefacenti (tra cocaina ed eroina), per un peso di oltre 20 grammi, pronte ad essere “smerciate” sulla piazza livornese, nonché la somma di 3.000 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio.
Accompagnato negli uffici della squadra mobile diretta dal dirigente Lodeserto, lo straniero, che era irreperibile da un anno, quando la procura della Repubblica di Livorno aveva emesso un ordine di esecuzione per la carcerazione per la condanna alla pena di 3 anni di reclusione per reati in materia di stupefacenti e ricettazione, è stato dunque arrestato nella flagranza dei reati di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale, nonché indagato in stato di libertà per ricettazione e danneggiamento ed accompagnato poi alle Sughere di Livorno, anche in esecuzione dell’ordine di carcerazione in relazione al quale era stato dichiarato latitante.

Riproduzione riservata ©