Cerca nel quotidiano:


Lite per il posto fra giocolieri

Lite, solo a parole, fra giocolieri, ma la scena non è passata inosservata fra gli automobilisti. E' accaduto all'incrocio viale Boccaccio-viale N. Sauro dove gli artisti sono soliti esibirsi

Venerdì 26 Agosto 2016 — 11:42

Mediagallery

Lite fra giocolieri, i ragazzi e ragazze che da qualche tempo animano l’attesa dei livornesi ai semafori con “numeri” da circensi. E’ accaduto all’incrocio dei cimiteri (viale Boccaccio-viale N. Sauro) dove gli artisti di strada sono soliti esibirsi. Tanti gli automobilisti che inevitabilmente hanno assistito alla scena.
In base a quanto ricostruito dalla polizia, il diverbio che non è mai, mai, sfociato in minacce o aggressioni, è nato per motivi legati alla occupazione del posto. A richiedere l’intervento della volante è stata una donna artista di strada la quale ha spiegato che mentre lei ed un collega stavano effettuavano uno spettacolo all’impianto semaforico è sopraggiunta una terza persona. La coppia non ha accettato di andarsene e ne è nato un diverbio. Concluso con l’arrivo della polizia che prontamente ha provveduto solo a identificare i tre spiegando loro che si sarebbero potuto presentare in questura come da facoltà di legge.

Riproduzione riservata ©

27 commenti

 
  1. # france

    con tutto il rispetto, a me piacciono questi ragazzi che tirano su qualche soldo in modo onesto, ma quali diritti?
    Si sono pagati una licenza? Pagano per l’occupazione del suolo pubblico, fanno la ricevuta quando dai loro dei soldi??

    1. # Pio III

      France fai così: vai in via grande e se tante volte dai un euro pretendi che ti diano la ricevuta, se no, non li puoi detrarre dal cud del 2017 …..

      1. # france

        la mia era una battuta…
        Spiegami tu quali diritti possono pretendere degli ambulanti? Che gli si riservi il posto al semaforo? Cos’è, usucapione? Ci vogliono 20 anni, quei ragazzi mi paiono un po’ giovani per poterne già beneficiare.

      2. # Dredd

        Prova a pagare con il bancomat la prossima volta

    2. # Dredd

      La licenza gliela danno implicitamente gli autisti sentimentaloni. Se tu gli trovassi un lavoro ti direbbero di no. Non chiamiamoli artisti, lanciano palline per aria che non ha veramente niente di artistico.

  2. # Pippo marito pazzo

    Meglio i lavavetri loro la fanno la ricevuta…

  3. # CLAUDIO

    MEGLIO LORO DI ALTRI

  4. # Fabio

    Io toglieri il semaforo e ci farei una bella rotatoria

    1. # Riccardo F.

      Zitto… 😉

    2. # adriana

      giustissimo, così non si fa lo slalom per evitare tutti quelli che chiedono.

    3. # Alla Frutta

      Ahahahaha Fabio pensavo la stessa cosa. Tanto a Livorno faranno le rotatorie anche tra via dell’oriolino e via terrazzini.

  5. # alfio

    meglio il meno peggio, una storia italiana da 1861

  6. # calvax

    L’equipaggio della Volante intervenuta avrebbe dovuto sanzionarli ai sensi dei comma 4 e 9 dell’articolo 190 del codice della strada che riporto di seguito:
    4. È vietato ai pedoni sostare o indugiare sulla carreggiata, salvo i casi di necessità; è, altresì, vietato, sostando in gruppo sui marciapiedi, sulle banchine o presso gli attraversamenti pedonali, causare intralcio al transito normale degli altri pedoni.
    9. È vietato effettuare sulle carreggiate giochi, allenamenti e manifestazioni sportive non autorizzate. Sugli spazi riservati ai pedoni è vietato usare tavole, pattini od altri acceleratori di andatura che possano creare situazioni di pericolo per gli altri utenti.

    1. # Gianluca

      infatti la loro è un’attività contraria alle norme di leggi. E’ pericolosissimo quello che fanno

    2. # Rosso Dentro

      ma cosa dici? Loro sono artisti!

    3. # Alpassa

      Sono assolutamente d’accordo. Saranno anche simpatici ma non si può fare e come al solito dobbiamo sopportare tutto. Questa gente incassa molto più di una paga media, tutto assolutamente esentasse. Se così non fosse non si litigherebbero e non sarebbero nati i clan per la gestione degli incroci.

  7. # mind

    …quello asserito da Calvax non fa una piega….le Leggi in Italia ci sono

  8. # John

    Meglio i giocolieri!

  9. # maurizio

    Capita a volte di usare il buon senso anche se sarebbe da elevare una sanzione, che poi non verrebbe nemmeno pagata anche se di pochi €.
    Immaginatevi se l’agente avesse tirato fuori il blocchetto……….magari quello che non è successo fino a quel momento succedeva in un attimo in mezzo alla strada.
    Ingorgo al semafori, strade paralizzate, buon senso a volte ci vuole il buon senso specialmente quando la situazione si puo risolvere facilmente.
    E poi via …..a chi danno noia, si esibiscono e prima che scatti il rosso son gia fuori della carreggiata. Mageri chi richiede la sanzione poi parcheggia male x andare al mercatino.

    1. # Dredd

      Buon senso? Si chiama lavoro in nero alias evasione fiscale sotto la luce del sole alla faccia di chi rispetta le regole e paga le tasse.

      1. # mewat

        Basta leggere l’ordinanza che disciplina l’attività di artista di strada (e di coloro che vendono oggetti realizzati da loro, come le spillette fatte col filo metallico, ecc.). Se non hanno occupazione del suolo pubblico superiore a 2 mq sono legittimati a lavorare e richiedere il compenso cosiddetto “a cappello” senza essere sottoposti alla disciplina del commercio, per cui non sono evasori fiscali.
        Sul discorso codice della strada posso invece essere d’accordo che un semaforo non è un luogo adatto per esibirsi. Dovrebbero farlo in una zona pedonale o un parco o in manifestazioni stradali autorizzate

    2. # Calvax

      E’ una questione di principio. Tollerare un giocoliere a un semaforo significa tollerare che tutti i semafori abbiano il giocoliere.
      Tollerare i giocolieri significa tollerare anche i lavavetri “che noia ti danno? Se non vuoi non ti fai lavare il vetro o non paghi”.
      Dopo i lavavetri arriveranno i mendicanti, poi i parcheggiatori abusivi “che noia danno? Se vuoi gli dai un euro, altrimenti no”, poi l’estorsore del carrello del supermercato “che noia da? se non vuoi, non gli dai il carrello”; poi il pizzo davanti a ogni bar e farmacia “che noia ti da? se non vuoi l’euro non lo dai”, addirittura qualche volta perfino dentro il negozio…. poi finisce che qualcuno i soldi comincia a chiederli non al cliente che entra nel negozio ma al negoziante stesso “perché posso controllarti che nessuno ti faccia nulla quando il negozio è chiuso”; ed ecco che è, step-by-step, è arrivata Gomorra.
      La legalità comincia dalle piccole cose. Tollerare piccole illegalità significa tollerarne sempre più grandi finché è troppo tardi. Poi c’è anche la questione del cattivo esempio che si dà a non sanzionare comportamenti illeciti. Qualche automobilista potrebbe pensare “perché non devo parcheggiare 2 minuti sul marciapiede quando a barriera roma i giocolieri violano l’art 190 cds per tutta la giornata e non vengono sanzionati?”… ho letto troppo spesso di negozianti pizzicati a omettere scontrini che si difendevano dicendo “e allora i venditori abusivi che alla luce del sole vendono merce contraffatta tutta in nero”? Io non sono d’accordo con chi si giustifica tirando fuori altri colpevoli, ma capisco che le istituzioni debbano dare l’esempio di legalità sanzionando qualsiasi infrazione anziché fare 2 pesi e 2 misure o fare spallucce “vabbuo’, che noia danno, simmo in Italia, paisà…”

      1. # Dredd

        Concordo con il Calvax. E comunque se vuoi fare l’artista non vai ai finestrini a cercare spiccioli. Se veramente ti senti un artista vai in qualche piazza e ti esibisci. Inutile dire che lanciare palline per aria per me non ha niente di artistico.

  10. # Dredd

    I taxisti abusivi no però i giocolieri si. E gli autisti che fanno loro elemosina incentivano l’evasione e il non rispetto delle regole. E meno male che il loro non è un lavoro e che non vogliono sentire parlare di elemosina.
    Nogarin dal suo account Facebook cosa risponde?

  11. # Alex

    Bellini i giocolieri. Ma al semafaro ci devono sta al massimo i vigili urbani. No i lavavetri e no anche i giocolieri. Punto.

  12. # Ale

    Vedrai se si dovevano litigare un posto in miniera non litigavano vai!!! Per me, siccome sono belli giovani, dovrebbero muoversi un po’ di più per cercare lavoro e un minimo di posizione. Con la scusa del “non c’è lavoro”, secondo me non c’è neanche la voglia di cercarlo anche fuori da Livorno, se ne stanno li…

  13. # Cittadino

    La pattuglia intervenuta doveva portarli via tutti e tre e non lasciarli a mendicare…