Cerca nel quotidiano:


Lo scippatore colpisce ancora. Ecco come agisce

Nuovo scippo in piazza Matteotti. Anche questa volta la vittima è una donna la quale, a bordo di una bicicletta, si è vista sfilare da uno sconosciuto la propria borsa

Martedì 11 Ottobre 2016 — 10:55

Mediagallery

Nuovo scippo il 10 ottobre, intorno alle 18,30, in piazza Matteotti. Anche questa volta la vittima è una donna la quale, a bordo di una bicicletta, si è vista sfilare da uno sconosciuto la propria borsa custodita nel cestello anteriore.
Stando a quanto dichiarato dalla donna ai carabinieri del radiomobile, il malvivente l’avrebbe affiancata a bordo di un grosso ciclomotore scuro afferrando la borsa e dandosi immediatamente alla fuga. All’interno del portafogli custodito nella borsa vi erano 170 euro. E’ il sesto colpo in una settimana.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # John

    E nessuno ovviamente ha visto nulla o ha provato a fermarlo. Sinceramente non so neanche se vale la pena rischiare,tanto una volta preso e portato in questura, lo rilascerebbero dopo mezz’ora. In effetti meglio lasciar perdere.

  2. # STOP DISCRIMINAZIONI

    Ora inizierà la sagra dei commenti tragicomici riguardo al fatto che la criminalità è in aumento. Fatti del genere nelle grandi città non fanno neppure notizia ma il livornese provincialotto si scandalizza per tutto.

  3. # Malizioso Troll

    Non prendetela come una limitazione della libertà, ma cautelatevi. Non lasciate borse o altri oggetti facili da “prendere al volo” in posizione accessibile. Nel caso di borsette o borselli, se non potete tenerli a tracolla “di traverso”, almeno camminate tenendoli lato muro e non lato strada. Portafogli con dentro il minimo indispensabile, documenti e carte di credito in un’altra tasca. Non guidate con orologi preziosi al polso del braccio pigramente appoggiato al finestrino aperto (ottima idea sarebbe tenere l’orologio a destra invece che a sinistra). Nessuno ormai quando esce lascia la porta di casa aperta o con la chiave infilata nella toppa, idem per le finestre. La stessa cautela vale anche per gli oggetti che si portano addosso.

    1. # PIRATA

      Ma via un si puo’ vive cosi’…spero tanto che tu ruzzi!

      1. # luca

        Malizioso Troll ha ragione. Sono piccoli accorgimenti che aiutano. All’inizio uno ci deve “pensare” poi diventa abitudine. Prima di venire a Livorno abitavo a Roma e lì sono regole ovvie: per le donne borsa tenuta avanti, lato muro. Per gli uomini nel portafoglio pochi spiccioli e carte di credito e documenti in un altra tasca. Non puoi essere sicuro al 100% ma almeno non aiuti chi ti vuol derubare.

  4. # Ercole Labrone

    Però siete dure a tenere ancora la borsa nel cestino…

  5. # Cinzia

    De ma ci mettino un po’ più di controlli visto che questo gira e colpisce in quelle zone

  6. # Lilliputz

    A me è capitato nel lontano 1990: da allora, quando sono in bici, borsa a tracolla. Alternativamente, borsino al collo con documenti e chiavi di casa. E’ tristissimo e ingiusto, ma non ci sono alternative. e’ peggio del Far West: lì, almeno, quando li prendevano, li impiccavano.Non si dice certo di impiccarli, ma di dar loro una giusta pena e che sia scontata fino in fondo!

  7. # Carlo

    controllo del territorio … chiediamo questo , noi poveri contribuenti.
    Un vigile in postazione fissa in P.zza Cavour, P.zza Grande P.zza Attias … così difficile ?

  8. # enrico

    Possibile mai nessuno riesca a prendere la targa di questo fantomatico grosso scooter del verme schifoso?