Cerca nel quotidiano:


Malore alla guida e si schianta sulle auto in sosta

mercoledì 08 giugno 2016 18:57

Mediagallery

Un uomo di circa 80 anni è stato protagonista di un incidente in via Salvatore Orlando intorno alle 15,30 di mercoledì 8 giugno. A causa di un malore che lo ha colto alla guida, l’ottantenne che stava procedendo da Tirrenia verso Livorno, è andato ad urtare violentemente contro le auto in sosta nella corsia opposta. Per fortuna in quel momento non stava transitando alcuna auto nella direzione contraria di marcia e l’impatto si è limitato solamente alle macchine parcheggiate.  Sul posto si è portata un’ambulanza della Svs con medico a bordo che ha prestato i soccorsi al conducente il quale però, praticamente illeso, ha rifiutato il trasporto al pronto soccorso. Sul posto anche la polizia municipale per i rilievi del caso.

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # Yuri

    ECCONE UN ALTRO…E LASCIATEGLIELA LA PATENTE FINO A 100 ANNI!!!

  2. # Fabio

    E 2 uno ieri uno oggi… a 80 anni si và con i mezzi pubblici. Per fortuna non ha coinvolto nessuno. Comunque auguri di pronta guarigione.

  3. # Elisa

    Tutti pronti a sparare sugli anziani però quando vanno a prendere e portare nipoti a scuola, allo sport o semplicemente ve li tengono perché siete al lavoro va tutto bene, hanno i riflessi a posto e tuttoe le capacità come i giovanotti…..se siamo fortunati si diventa tutti vecchi e voglio proprio vedere se la penserete ancora così quando gli ottantenni sarete voi.

    1. # liv61

      pensa solo per un attimo se, invece di essere solo, avesse avuto con se i nipoti di cui parli……

      1. # elisa

        appunto se avesse avuto nipoti a bordo sarebbe stato peggio, ma in tal caso sarebbe da condannare lui o chi glieli avrebbe affidati? la mia riflessione era riferita a come si condanna facilmente una persona solo perchè anziana ma allo stesso tempo se ne usufruisce se fa comodo….vuoi una lista di nonnini che scorrazzano nipoti a destra e sinistra con il beneplacido dei genitori? che prestano la loro auto sequella dei figli è guasta ecc..togliete la patente dai 70 anni in poi e dopo arrangiatevi con i figlioli e i favori

  4. # BUDIULIKKE

    troppo facile ottenere il rinnovo , voi che per pochi euri rilasciate le patenti facili sarete complici di un eventuale omicidio , questo lo dovete mettere in conto .

  5. # John

    Dopo il 90enne investitore, eccone un altro, deve essere il caldo….

  6. # stefano59

    Succede anche ai ventenni…ma quando succede a un ottantenne ci fate più caso…come mai? A me fa più paura un giovane che va forte piuttosto che un ottantenne timoroso e prudente perché consapevole dei propri riflessi ormai appannati

  7. # Amaranto

    Ma vi rendete conto che per un ottantenne o novantenne che causa un incidente non mortale ce ne sono a centinaia provocati da qindici anni in su che per alcool, droga o quant’altro provocano sulle nostre strade migliaia di vittime ? Guardate mai i giornali o vedete mai la televisione ?

  8. # osservatore

    Bah, se non altro gli ottantenni non si ribaltano con la macchina come è successo diverse volte negli scorsi giorni e la patente andrebbe tolta anche a chi si droga, chi beve e chi guida in maniera spericolata.

  9. # max

    Gente che si ribalta sotto nugola, che abbatte i pali all’ Ardenza, che urta scooteristi in via Orlando e che risulta pisitiva alla droga, non si tratta di ottantenni eppure i danni li fanno ugualmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive