Cerca nel quotidiano:


Maltrattamenti alla compagna, in carcere 40enne e obbligo di dimora per la “ex”

La polizia: l'uomo è gravemente indiziato di aver sottoposto la compagna a maltrattamenti e lesioni aggravate e continuate da giugno ad ottobre 2020

Sabato 5 Dicembre 2020 — 08:48

Mediagallery

Nonostante la vittima, per paura, avesse dichiarato di aver subito un’aggressione da parte di ignoti, la Procura ha incaricato la polizia di andare a fondo alla vicenda

Un’indagine condotta dalla squadra mobile di Livorno e coordinata dalla Procura della Repubblica di Livorno ha portato il 3 dicembre all’arresto, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Livorno, di un 40enne. L’uomo, come si legge in un comunicato inviato dalla polizia il 4 dicembre, è gravemente indiziato di aver sottoposto la compagna a maltrattamenti e lesioni aggravate e continuate da giugno ad ottobre 2020, quando a seguito di una aggressione la compagna aveva riportato lesioni con prognosi di 25 giorni ed era stata collocata in una struttura protetta. Nonostante la vittima, per paura, avesse dichiarato di aver subito un’aggressione da parte di ignoti, la Procura della Repubblica di Livorno aveva intuito potesse esserci una realtà diversa ed aveva incaricato la polizia di andare a fondo alla vicenda. Le indagini, prosegue il comunicato, hanno fatto emergere un quadro inquietante di violenze “domestiche” poste in essere dall’uomo alla presenza costante della “ex” di 49 anni. La donna, si legge nella nota stampa, è ritenuta gravemente indiziata di aver aiutato il 40enne ad eludere le indagini rilasciando dichiarazioni nel corso delle quali affermava di poter escludere con certezza la responsabilità dell’uomo per le ferite riportate dalla vittima. La coppia negli ultimi giorni si era allontanata da Livorno. La polizia l’ha rintracciata sottoponendo la 49enne alla misura dell’obbligo di dimora nel comune di Livorno e associando il 40enne al carcere di Melfi.

Riproduzione riservata ©