Cerca nel quotidiano:


Maxi scontro: ferito estratto dalle lamiere

Strada bloccata per oltre mezz'ora per consentire le operazioni di soccorso

Sabato 11 Giugno 2016 — 19:22

Mediagallery

Paura in via Lunardi all’incrocio con via Carlo Pigli quando, intorno alle 18,20 di sabato 11 giugno, un autobus si è scontrato violentemente contro un Fiorino Fiat di colore bianco (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere la fotogallery). Il mezzo pubblico, linea 2 diretto alla stazione ferroviaria e percorreva il percorso regolare da via Lunardi per via Donnini-Stazione, quando la Fiat, proveniente da via Carlo Pigli e quindi con obbligo di dare precedenza ai mezzi che transitano per via Lunardi, ha colpito in pieno la fiancata destra del bus. Lo scontro è stato terribile.
Il vetro anteriore del mezzo pubblico si è staccato completamente e di netto dai supporti laterali finendo per frantumarsi al suolo sull’asfalto. Cinque i feriti totali (tre a bordo del bus linea 2 e due incidente via Lunardi (4)a bordo dell’auto) trasportati all’ospedale dai mezzi di soccorso della Misericordia di via Verdi, intervenuta con tre ambulanze, e dalla Svs arrivata sul posto con un medico del 118 a bordo.
Per estrarre e curare il conducente del Fiorino è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco sopraggiunti con due mezzi sul luogo dell’incidente. I pompieri hanno dovuto tagliare con una mola la portiera lato guidatore per consentire ai volontari di potersi prendere cura dell’uomo. Una volta fuori dal furgoncino è stato possibile, finite le operazioni di messa in sicurezza, trasportalo al vicino pronto soccorso.
Sotto shock l’autista di linea che è stato portato in ospedale per accertamenti ma senza fortunatamente nessuna grave conseguenza.
Traffico bloccato per oltre mezz’ora, veicolato dagli agenti della polizia municipale a cui spetterà inoltre di far luce sulla dinamica, e un cospicuo numero di curiosi che si sono assiepati per assistere alle operazioni di soccorso. La situazione è tornata alla normalità intorno alle 19.

Riproduzione riservata ©

Photogallery

6 commenti

 
  1. # Giuliano

    Meno male che non c’era a bordo dell’autobus passeggini aperti con bambini sopra altrimenti con uno scontro del genere schizzavano come schegge meditate gente meditate.

    1. # Nanto

      Menomale a bordo non c’erano mamme/nonne che con una mano tenevano il passeggino piegato e con l’altra il figliolo in braccio.
      Meditiamo anche sulle cavolate che scriviamo.

      1. # Giuliano

        Ecco il classico Livornese che vuole vivere come gli pare di quelli che lasciano il cane libero e quando combina qualche guaio dice mi è scappato che lascia la macchina in doppia fila con le quattro frecce e quando arrivano i vigili dice un minuto, e che va sopra l’autobus con il passeggino aperto e se gli succede qualcosa pretende risarcimento dall’autista prova di nuovo a meditare.

  2. # masssi65

    Grazie a Dio non passava un motorino o bicicletta;vi ricordo a chi viaggia soprattutto a 2 ruote di non dare tutto per scontato: quando c è un verde o una precedenza, non è detto che ti vedi sfrecciare davanti qualcuno, a giro c’è un po’ di tutto!

  3. # Gregorio

    Oh ma c’è lo stoppe ! …..de fai vai i io passo poi si vede

  4. # riccardo

    A questo automobilastro che non rispettando le regole del gioco ha provocato un bel casino ed alcuni feriti, gli andrebbe tolta la patente gettandola nei fossi.
    Purtroppo questi atteggiamenti della serie “io ci provo” sono frequenti ciò dimostra che al voltante circolano personaggi che non so dove hanno preso la patente, ma vogliono solo dimostrare la loro “bravura” al voltante. Lo dice uno che di km sulle strade ne ha fatti ad iosa in tutte le condizioni metereologiche, su tutte le strade ed ho visto delle cose che ci si potrebbe scrivere un libro.