Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Morso in villa al caldaista dopo il litigio

Lunedì 5 Settembre 2016 — 07:34

Intervengono i carabinieri. Il 58enne è stato trasferito al pronto soccorso. Qui la prognosi di dieci giorni a causa della ferita al braccio sinistro

Si è recato a domicilio in villa per aggiustare la caldaia e ne è uscito con un bel morso al braccio sinistro rimediato dalla proprietaria di casa. L’incredibile storia è accaduta nella zona sud di Livorno nel weekend. Dopo aver più volte prestato consulenza tecnica riguardo alla caldaia che versava acqua a causa di un difetto dell’impianto idraulico della villa, il tecnico (livornese di  58 anni) ha cercato di spiegare che il difetto non dipendeva dalla caldaia, bensì dalla pressione dell’impianto, troppo alta, e che la perdita era il normale sfogo della valvola di protezione della caldaia la quale era perfettamente in ordine. I proprietari della mega villa con piscina non hanno accettato di buon grado il responso e, perdendo il controllo hanno aggredito prima verbalmente e poi fisicamente il tecnico il quale, per difendersi dall’aggressione selvaggia, ha dovuto invocare aiuto costringendo così i carabinieri ad intervenire. L’uomo è ricorso così alle cure del pronto soccorso di Livorno dove è stato curato per un ferita da morso al braccio sinistro per la quale i medici di turno hanno effettuato una prognosi pari a dieci giorni.

Condividi:

Riproduzione riservata ©