Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Indagini sulla morte di Denny, in carcere due uomini per spaccio

Mercoledì 16 Novembre 2022 — 10:20

Foto inviata in un comunicato dall'Arma

Misura cautelare nei confronti di un 30enne e 33enne, di origine tunisina, a seguito delle "risultanze investigative dei carabinieri finora emerse dalle serratissime indagini sulla morte di Denny"

Su ordine della Procura della Repubblica di Livorno, si legge in un comunicato dell’Arma, i carabinieri della Compagnia di Livorno, nell’ambito delle indagini tuttora in corso condotte per la morte di Magina Guardia Denny, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di due soggetti, entrambi di origine tunisina, di 30 e 33 anni, ai quali è stato contestato il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. La misura cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Livorno su richiesta del Pubblico Ministero che dirige le indagini, è stata emessa sulla scorta delle risultanze investigative dell’Arma finora emerse dalle serratissime indagini svolte dai carabinieri labronici. In particolare, i due arrestati sono accusati di aver trasformato l’abitazione occupata in via Giordano Bruno, in una vera e propria centrale dello spaccio, conosciuta e molto frequentata, vendendo cocaina, marijuana e hashish. Secondo la contestazione il luogo e la costante disponibilità di stupefacenti erano noti agli assuntori livornesi tanto che spesso le consegne avvenivano anche senza alcun precedente contatto telefonico. Oltre 20 gli acquirenti che sarebbero stati identificati.

Condividi:

Riproduzione riservata ©