Cerca nel quotidiano:


Muore a 47 anni in una casa prefabbricata

La tragedia in via di Vallin Buio. L'allarme alle 2,30 di notte. Non vi sono stati riscontrati segni di violenza sulla vittima. Sul luogo del decesso anche il pm di turno, il dottor Peruzzi, intervenuto insieme al medico legale. Sul corpo della vittima è stata dunque disposta l'autopsia per chiarire i motivi del decesso

Mercoledì 20 Aprile 2022 — 11:00

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Tragedia nella notte. Una donna di 47 anni è stata trovata con gravi difficoltà respiratorie all’interno di una casa prefabbricata in via  di Vallin Buio. A fare la scoperta il titolare del rimessaggio, un uomo di origini siciliane con il quale la donna presumibilmente, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, stava intrattenendo una relazione. E’ stato lui che, aprendo le porte del prefabbricato ha trovato la donna in gravissime condizioni di salute e in gravi difficoltà respiratorie, riversa sul letto.
Erano circa le 2,30 quando è scattata immediata la telefonata al 112, numero unico di emergenza, che ha inviato sul posto un’ambulanza della Misericordia di Livorno con medico a bordo per provare a salvarla. Una volta arrivati sul posto i sanitari però, il dottore, dopo i tentatavi effettuati dai sanitari con le dovute manovre rianimatorie, non ha potuto far altro che constatare il decesso della 47enne livornese.
Sul posto è intervenuta anche la squadra volante, coordinata dal vice questore Francesco Falciola e la squadra mobile diretta dal dirigente Giuseppe Lo Deserto insieme alla polizia scientifica per i rilievi di rito. Non vi sono stati riscontrati segni di violenza. Sul luogo del decesso anche il pm di turno, il dottor Pietro Peruzzi, intervenuto insieme al medico legale. Sul corpo della vittima è stata dunque disposta l’autopsia per chiarire i motivi del decesso.

Riproduzione riservata ©