Cerca nel quotidiano:


Natante imbarca acqua, spavento per due coniugi

Molto spavento ma nessuna conseguenza per i coniugi che mentre navigavano a circa 6 miglia dalla costa si sono accorti che da una delle prese a mare dello scafo entrava acqua

Lunedì 22 Giugno 2020 — 16:37

Mediagallery

Tramite numero blu 1530 la coppia ha chiesto aiuto alla guardia costiera che ha subito inviato sul posto una motovedetta. Nel frattempo è stato allertato il mezzo navale dei vigili del fuoco per le operazioni di svuotamento della sentina

Momenti di apprensione a bordo di un’imbarcazione per due coniugi livornesi che mentre navigavano a circa 6 miglia dalla costa si sono accorti che da una delle prese a mare dello scafo entrava acqua che provocava l’arresto del motore. Immediata è partita la richiesta di aiuto, tramite numero blu 1530, alla sala operativa della guardia costiera che ha subito inviato sul posto la motovedetta CP 867 “Search and Rescue” che in circa 15 minuti ha raggiunto l’unità in difficoltà prestando i primi aiuti. Nel frattempo è stato allertato il mezzo navale dei vigili del fuoco che si è diretto sul punto iniziando le operazioni di svuotamento della sentina. Fortunatamente la quantità di acqua in ingresso era comunque limitata e questo ha consentito all’imbarcazione di rimanere in galleggiamento. Vista l’impossibilità del natante di navigare autonomamente è stato assistito e scortato dalle unità di soccorso sino al rientro all’ormeggio nel porticciolo Nazario Sauro dove è giunto dopo circa due ore. Molto spavento ma nessuna conseguenza per i coniugi.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Andrea

    Termine appropriato …definirli come “gli angeli del soccorso in mare” efficienti, attivissimi e rapidi! Mai una volta che abbiano fallito un loro compito, il fiore all’occhiello della marina italiana.