Cerca nel quotidiano:

Condividi:

“Mi spostano di peso l’auto e prendo la multa”

Martedì 16 Agosto 2016 — 11:44

La denuncia di un livornese di 52 anni. "Ho parcheggiato regolarmente la mia auto qualcuno mi ha tirato un brutto scherzo che mi è costato quasi 160 euro. Sporgerò denuncia per far chiarezza"

Ben 243 le sanzioni per soste pericolose che hanno intralciato il passo ai pedoni o hanno ostacolato il transito dei veicoli nel weekend di Ferragosto. Marciapiedi e attraversamenti pedonali i più presi di mira e non sono mancate le ormai “famose” soste sui pratini del lungomare, per non parlare dei  sensi contrari sul Romito.
Ma tra tutte le sanzioni ce n’è una su cui vale la pena soffermarsi. Nel mirino della municipale è finita l’auto di Elio Voliani, autotrasportatore livornese di 52 anni. Secondo gli agenti della Municipale intervenuti sul Romito all’altezza di Castel Boccale domenica 14 alle 15,3o circa con tanto di carro attrezzi per rimuovere il veicolo, la macchina di Elio Voliani intralciava il traffico essendo parcheggiata proprio in mezzo alla carreggiata. E così in effetti sembra come dimostrano le foto (pubblicate qui in pagina) scattate sul posto al momento della rimozione. Ma non è tutto oro quel che luccica e non è tutto sosta selvaggia ciò che è in mezzo di strada.
size-medium wp-image-200528″ src=”http://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2016/08/RIMOS3-255×300.jpg” alt=”RIMOS3″ width=”255″ height=”300″ />La denuncia parte proprio dal proprietario dell’auto che ha scritto il giorno dopo alla redazione di Quilivorno.it denunciando una cosa assurda. “Non avevo certo parcheggiato in quella maniera assurda. Mi hanno spostato la macchina per far entrare i motorini e poterli parcheggiare. Secondo voi, chiedo, i motorini e le moto parcheggiate sulla scogliera del Boccale, sono in sosta regolare? Non ci credo ancora – spiega incredulo Voliani a Quilivorno.it – Ma qualcuno mi ha spostato di peso la macchina perché non entrava col motorino e facendo così me l’ha portata via il carro attrezzi. E se qualcuno andava a urtare sulla macchina messa in mezzo di strada e magari si faceva male, chi andavano a cercare? Pensate – continua lo sfogo Voliani – l’unico parcheggiato regolarmente ha preso 28 euro di multa, 130 di carro attrezzi e sono dovuto andare a riprendere la macchina in via Pera rischiando la patente, e quindi anche il lavoro, perché hanno messo la macchina in mezzo di strada”.
Ma Voliani non si ferma qui. “Presenterò quanto prima una denuncia contro ignoti i per rimoss2quello che hanno fatto mettendo a rischio la mia patente e la vita di qualcuno che poteva schiantarsi sulla macchina in mezzo di strada. Inoltre, voglio precisare che la municipale, chiamata più volte, non è mai intervenuta quando la macchina era parcheggiata regolarmente perché avrebbero dovuto sanzionare i motociclisti per il parcheggio abusivo ma hanno aspettato che spostassero la macchina in mezzo per portarla via. Sono arrivato al mare alle 14 – conclude il racconto il  52enne livornese- qualcuno mi ha riferito che alle 14.30 era già stata spostata.  Oltretutto quei lord che lo hanno fatto hanno rotto lo specchietto sinistro e dato un calcio allo sportello. Quasi quasi volevano anche due soldi di resto. Incredibile, sono senza parole”.
La risposta dal comando della Polizia Municipale- “Prendiamo atto delle lamentele del signor Elio Voliani – scrivono a Quilivorno.it dal comando della Municipale – La pattuglia Romito, come abbiamo dimostrato quotidianamente, non si vergogna certo a fare multe a chi se lo merita, ma non esiste una norma che ci consenta di sanzionare sullo sterrato fuori carreggiata né sulla singola auto che ostruisce in toto la discesa a mare non essendovi né passo carrabile, né passaggio pedonale, né divieto. Detto questo la possibilità del ricorso alla multa è percorribile ed è un diritto del signor Voliani”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©