Cerca nel quotidiano:


Pestaggio dopo il tamponamento: 3 indagati

La vittima, un uomo di 63 anni, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico all'interno del reparto maxillo-facciale di Cisanello per le gravi lesioni subite la notte del 23 ottobre scorso

Giovedì 3 Novembre 2016 — 12:44

Mediagallery

Sono stati individuati e denunciati all’autorità giudiziaria dal personale della Questura di Livorno gli autori del violento e assurdo pestaggio nel parcheggio di un locale nella notte del 23 ottobre scorso, quando un uomo di 63 anni, poi ricoverato presso il reparto di chirurgia maxillo-facciale di Cisanello  per essere sottoposto ad intervento chirurgico all’occhio, era stato colpito al volto da un pugno, sferratogli senza alcun plausibile e giustificato motivo da un 38enne.
Le indagini, svolte dalla Squadra Mobile di Livorno,  hanno permesso di ricostruire, in dettaglio, gli accadimenti immediatamente precedenti e successivi alla grave aggressione, permettendo di individuare e denunciare in stato di libertà tre persone.
Si tratta di  un livornese di 38 anni, G.M. le sue iniziali, autore materiale delle lesioni aggravate dall’indebolimento permanente di un organo con l’aggravante generica dei futili motivi. Con lui, nel mirino degli inquirenti, altri due livornesi: N.A. di 47 anni e P.A. di 28. Entrambi indagati in stato di libertà per concorso morale in lesioni.

L'OSPEDALE DI CISANELLO

L’OSPEDALE DI CISANELLO DOVE E’ STATO RICOVERATO IL 63ENNE VITTIMA DELL’AGGRESSIONE

La ricostruzione dei fatti effettuata dagli investigatori – La vittima era fuori da un locale, in attesa di poter riportare a casa la figlia quando, improvvisamente, la sua vettura è stata urtata dalla macchina di un giovane che, dopo aver rischiato di investire alcuni suoi coetanei che si allontanavano dal locale a piedi, è ripartita a tutta velocità andando a scontrarsi appunto, con l’auto della vittima.
I tre finiti nel mirino degli agenti della Mobile, mentre erano davanti all’ingresso del locale e senza nessun motivo, hanno iniziato ad apostrofare malamente il malcapitato che cercava di sapere chi era il conducente dell’auto che lo aveva investito. Di tutta risposta il gruppetto gli ha intimato di non continuare a chiedere informazioni sul conducente dell’ “auto pirata”.
Senza una ragione apparente poi, uno dei tre, ha colpito il 63enne con un pugno al volto. Quindi, i tre rientravano, incuranti, nel locale per poi allontanarsi dopo qualche minuto.  I ruoli svolti dai tre soggetti denunciati all’autorità giudiziaria sono stati minuziosamente ricostruiti in fase di indagine i cui risultati sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica di Livorno.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Cittadino

    Nomi e cognomi…..

  2. # carlo

    che superuomini……

  3. # Mary

    Nomi dei delinquenti!!! Vergogna!

  4. # Mary

    Vergogna ! Solidarietà a quel signore colpito così violentemente

  5. # Kristy

    Facile tre contro uno, vorrei vederli presi da soli. Pena esemplare e risarcimento danni fisici, morali e materiali.

  6. # Giulia

    47 38 e 28 anni, già siete dei vecchi che dovreste andare in posti più adatti alla vostra età oltretutto venite in un locale,frequentato per lo più da giovani, a scaraventare una dose di violenza inaudita verso un uomo che non aveva fatto niente. Spero il peggio per voi!