Cerca nel quotidiano:


Pizzicato finto tassista: nei guai 43enne

Sono in corso ulteriori indagini per la verifica di presupposti per eventuali segnalazioni all'Agenzia delle Entrate

Sabato 20 Agosto 2016 — 17:44

Mediagallery

Nell’ambito dei controlli per la prevenzione e la repressione di fenomeni di abusivismo commerciale inerente attività di taxi e noleggio con conducente non autorizzati o in violazione delle prescrizioni venerdì 19 agosto la sezione investigativa della Polizia Municipale, ha messo gli  occhi addosso ad un’autovettura (Renault Trafic) che faceva salire dei turisti a bordo sotto all’Hotel Palazzo. Gli agenti, ai fini di un accertamento, hanno così intimato l’alt al veicolo per i consueti controlli di polizia stradale in piazza Luigi Orlando.
Dal controllo dei documenti è emerso che il servizio di noleggio con conducente era effettuato in violazione alle prescrizioni dell’art. 85 comma 4 del  codice della strada con sospensione della carta di circolazione in quanto il conducente non è risultato titolare della licenza concessa dal Comune e non è risultato in possesso di titoli che dimostrassero un rapporto professionale con la titolare della licenza.
L’autista quindi senza autorizzazione, un livornese di 43 anni, è stato sanzionato con una multa di 169 euro e  con la sospensione della carta di circolazione fino a 8 mesi (ovviamente quindi l’auto non potrà essere usata per il corrispondente periodo).
Sono in corso ulteriori indagini per la verifica di presupposti per eventuali segnalazioni all’Agenzia delle Entrate.

Riproduzione riservata ©

24 commenti

 
  1. # adriano

    fosse un poco più semplice ottenere queste licenze forse non accadrebbero episodi sibili, ma anche qui vi è una lobby. Per non dire poi come mai licenze di taxi e simili costano se acquistate centinaia di migliaia di euro…per poi generare redditi ufficiali di poche migliaia di euro…. ma che strano…

    1. # fabio

      Hai ragione! Infatti anche i rapinatori, poveracci, sono costretti a comprare le pistole al mercato nero perché avere il porto d’armi e’ così difficile!

      1. # Cecco

        È l’ora di liberalizzare le licenze e dare lavoro ai disoccupati e ai tanti immigrati,sono finiti i tempi delle vacche grasse!!

    2. # Roberto5

      Hai ragione infatti domani voglio aprire un chiosco di giornalaio o tabaccaio oppure pesciaiolo senza licenza. .perché chi ha una licenza avuta con anni di sacrifici è un lobbista. ..

      1. # hdensity

        La licenza i primi l’hanno avuta GRATIS dal Comune e poi l’hanno rivenduta a caro prezzo a quelli dopo arricchendosi ingiustamente, i quali l’hanno rivenduta ancora piu’ cara a quelli dopo. Ma i primi l’hanno avuta gratis ed è giusto che anche altri l’abbiano gratis, o, meglio ancora, che la licenza sia legata ad una persona fisica che se va in pensione o cessa l’attività si estingua senza possibilità di “venderla”.
        Tra l’altro se faccio l’idraulico chiunque altro puo’ mettersi a fare l’idraulico e farmi concorrenza, stessa cosa per un negozio di alimentari o parrucchiere che puo’ aprire davanti al mio, non vedo perché i tassisti debbano essere una casta di privilegiati col numero chiuso.

  2. # roberto5

    ECCELLENTE LAVORO . COMPLIMENTI…l’abusivismo va cancellato da qualsiasi professione.

  3. # Vincenzo russo

    UBER esiste in tutto il mondo .

    Dimenticavo!!!! Livorno è il 3 mondo

    1. # Dredd

      Non credo proprio sia fuorilegge in tutta Europa. Sei un taxista?

      1. # roberto5

        si lo sono…è reato? non ti sembra giusto che la polizia scopra gli abusivi qualunque sia la professione?

    2. # Vincenzo russo

      Informati te e gira che vedrai cosa è uber.
      Forza uber!!

      1. # ilio

        Purtroppo non capisco certi commenti…sicuramente sarò limitato e ignorante ma da certi commenti che ho letto mi sembra di capire che invece di condannare l’abusivismo si cerca di dargli una scusante .andando contro una categoria di lavoratori e aggirando il significato dell’articolo in questione cioè abusivismo commerciale, si è iniziato a parlare di UBER fuorviando la vera questione in discussione e come di solito ( perché l’ho notato più volte ) un’accanimento contro questa categoria, l’abusivismo va condannato sempre e comunque a prescindere dalla categoria in questione è sempre un reato non va incoraggiato e nemmeno scusato altrimenti sarebbe un caos nel mondo commerciale è per questo che ci sono le licenze di qualsiasi professione. La categoria in questione ha avuto negli ultimi tempi un’invasione di abusivi italiani e per lo più cinesi, infatti su qui livorno un paio di settimane fa c’è stato un’articolo in cui la polizia ha fermato diversi cinesi che abusivamente esercitavano la professione di tassista pur non avendo minimamente i requisiti richiesti sia a livello di patenti professionali che a livello di sicurezza dei mezzi sequestrati, il che dovrebbe secondo me fa sentire la gente che usa questi mezzi più sicura e tutelata, ma evidentemente molti commentatori anche ignoranti in materia piace scagliarsi contro tutto e tutti ignorando il vero problema.

    3. # france

      si ok, ma non è che uber vuol dire scrivere con la bomboletta “taxi” sul fianco della macchina e mettersi a fare il cavolo proprio! I tassisti di uber sono registrati, e hanno specifiche caratteristiche, come anche l’auto che deve essere 4 porte, non più vecchia di 8 anni, e il tassista deve avere la fedina penale immacolata e tutti i punti sulla patente. Come vedi Uber facilita la vita e fa risparmiare ma non vuol dire fare il proprio comodo. Anche perché se l’azienda non ti assume non hai neanche il cellulare aziendale con la app che ti permette di rispondere alle chiamate dei clienti…

      1. # Fabrizio Carrai

        Grazie…sono bravo anch’io cosi!

  4. # frank

    uber è da bandire……

  5. # autista

    Chi tocca i tassisti …. E’ forse la lobby più forte d’ Italia.

  6. # adrIANO

    smettiamola con il numero chiuso delle licenze, tutto è stato liberalizzato bar ristoranti, ambulanti, parrucchieri ecc,ecc, perché loro no

    ben venga uber

  7. # Peo

    Licenze libere e lavoro agli immigrati!!

  8. # Baccio

    Licenze libere compreso tabaccai giornalai e farmacie

  9. # Dredd

    Purtroppo roberto5, taxista di Livorno suppongo, vive ancora nel medioevo…Uber non solo non è illegale come dice ma sta pure spopolando in tutto il mondo. Purtroppo il sig roberto5 ha una visione locale dell’economia e non glie ne frega un fico secco di migliorare il trasporto urbano ed il servizio al cittadino ed al turista. Gli importa che solo lui possa fare il taxista e nessun altro. Inutile dire che la concorrenza è 1000 volte meglio in tutto rispetto ad un taxi normale.

    1. # roberto5

      BRAVO…difatti guido la carrozza con i cavalli… allora chiunque con qualsiasi mezzo può trasportare persone, quindi chi ha un’auto anche scassata può trasportare persone e al contrario della categoria dei tassisti che almeno a livorno siamo super controllati e schedati, molte persone questo non lo sanno caro dredd ..la sicurezza prima di tutto ..ma questo per te passa in secondo piano…

      1. # Dredd

        La machina uber e l’autista uber deve avere determinati requsiti altrimenti non puoi lavorare per uber è come saprai ogni persona che usa uber lascia un feedback pubblico. Quindi se hai una carrozza o una cinquecento non puoi lavorare per uber.

    2. # roberto5

      ma che centra UBER..l’articolo riguarda una persona che abusivamente e senza requisiti porta turisti a giro…..sembra che quasi tutti i commentatori sfugga questa cosa…rispetto della legge… ARICOMPLIMENTI ALLA POLIZIA CHE SMASCHERA GLI ABUSIVI

    3. # roberto5

      LEGALITA’……ma credo che il sig. DREDD non sappia che sia…. gli interessa UBER..se ci sono gli abusivi a Livorno non gli frega nulla, tanto non è il suo lavoro che viene abusato…. quindi secondo lui l’abusivismo migliora il trasporto pubblico locale…. quindi abusivi d’Italia venite a livorno che persone come il sig: DREDD non vedono l’ora di farvi lavorare…auguri

      1. # Dredd

        Guarda che il discorso uber quando si parla di servizio alternativo al taxista c’entra e come è secondo me se uber ci fosse a Livorno ci sarebbero anche meno abusivi.
        Ovvio che sono per la legalità come sono pure contro le caste come quella vostra