Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Polmare, 58.430 persone controllate in un anno. Tutti i numeri

Giovedì 29 Dicembre 2022 — 11:32

E' stato un anno fatto di molteplici attività e sempre ricco di risultati positivi su ogni fronte, anche per il Nucleo Artificieri Antisabotaggio della Polmare. Controllati inoltre circa 20.000 marittimi extra-comunitari e 2.500 marittimi comunitari, 3.300 traghetti in partenza per porti nazionali ed oltre 500 per porti Schengen

Il 2022 per la Polmare si chiude con risultati soddisfacenti. Nell’ambito dell’attività di polizia giudiziaria sono state deferite in stato di libertà 12 persone per reati contro il patrimonio, contro la persona, in materia di armi e per violazioni al T.U.L.P.S.. Altre due persone sono state arrestate, una in esecuzione ad un ordine di carcerazione e l’altra per il  porto di una pistola con la matricola abrasa, individuata dagli operatori addetti al controllo bagagli e passeggeri agli imbarchi. Sono state sottoposte a particolari misure di vigilanza, sia per ragioni di sicurezza internazionale che di maritime security, circa 1.300 navi. Nelle attività di contrasto all’immigrazione clandestina sono stati respinti alla frontiera 8 stranieri irregolari. In totale sono stati controllati circa 20.000 marittimi extra-comunitari e 2.500 marittimi comunitari. L’Ufficio ha provveduto al rilasci di 296 visti di transito a marittimi sbarcanti, per il loro rimpatrio. In seno all’attività di vigilanza di tutto l’ambito portuale, volta alla prevenzione ed alla repressione dei reati, sono state controllate 58.430 persone e 3.300 veicoli. L’Ufficio ha trattato 36 denunce per vari reati. Quotidianamente è stata effettuata attività di supervisione ai controlli di security effettuati dal personale abilitato a svolgere la sicurezza sussidiaria agli accessi alle aree ristrette delle port facilities in prossimità degli imbarchi dei passeggeri e loro veicoli per un totale di circa 3.300 traghetti in partenza per porti nazionali ed oltre 500 per porti Schengen.
Durante i primi mesi dell’anno l’Ufficio ha proseguito le attività di controllo dei requisiti idonei all’imbarco in relazione a quanto disposto dalle autorità governative in materia di virus Covid-19. Fin dall’inizio del conflitto tra la Russia e l’Ucraina la Polmare ha presenziato alle numerose partenze per la Sardegna, la Sicilia e la Corsica di cittadini ucraini richiedenti protezione internazionale. In questi ultimi giorni, in stretta sinergia con la Prefettura e la Questura di Livorno. sono stati svolti i servizi di supporto a banchina in occasione dello sbarco di circa 250 migranti giunti a bordo delle navi ONG LIFE SUPPORT e SEA EYE 4, tutti soccorsi in zona SAR libica. Grandi impegni anche per il Nucleo Artificieri Antisabotaggio della Polmare impegnato in numerosi interventi anche in altre province della Toscana e di altre regioni. Per questi specialisti, ispezioni  onifiche preventive in occasione di eventi e visite di personalità ma anche molti interventi antisabotaggio in seguito al rinvenimento di oggetti abbandonati sospetti e residuati bellici di ogni genere. Insomma, un anno fatto di molteplici attività e sempre ricco di risultati positivi su ogni fronte.

Condividi:

Riproduzione riservata ©