Cerca nel quotidiano:


Pronto soccorso, calci e pugni alla guardia giurata

Il vigilante è stato costretto ad utilizzare lo spray al peperoncino nei confronti dello straniero che stava danneggiando la struttura

Martedì 26 Novembre 2019 — 10:01

Mediagallery

Il 44enne marocchino è stato indagato in stato di libertà per i reati di danneggiamento aggravato, interruzione di pubblico servizio e lesioni

Notte turbolenta al pronto soccorso di Livorno dove uno uomo di 44 anni, marocchino, è stato protagonista di un episodio di violenza e danneggiamento. Per motivi ancora da chiarire, infatti, lo straniero ha iniziato ad inveire contro il personale di turno intorno alle 4 del mattino di martedì 26 novembre. Per questo motivo la guardia giurata in servizio ha cercato di tranquillizzare gli animi e riportare la situazione alla normalità ma, per tutta risposta, ha ricevuto un’aggressione in piena regola fatta di calci e pugni tanto che lo stesso vigilante è dovuto ricorrere allo spray urticante in dotazione per fermare il 44enne che, non pago, ha danneggiato anche una porta del reparto.
Sul posto sono stati chiamati dunque gli agenti delle volanti della polizia i quali hanno identificato la persona che stava dando in escandescenze verificando che era in corso nei suoi confronti una misura cautelare di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Per questi motivi è stato accompagnato negli uffici della questura dove è stato foto-segnalato ed indagato in stato di libertà per i reati di danneggiamento aggravato, interruzione di pubblico servizio e lesioni ad incaricato di un pubblico servizio.

Riproduzione riservata ©