Cerca nel quotidiano:


Raid notturno al “Maracanà” di Corea

Si tratta del terzo furto consumato nel giro di un anno all'interno della struttura sportiva dedicata al calcio a 5 nel quartiere della periferia nord di Livorno

Giovedì 4 Marzo 2021 — 20:24

Mediagallery

Lo sfogo dei titolari: "Sinceramente non capiamo come mai ci sia questo accanimento nei nostri confronti. Tre denunce per furto nell'ultimo anno in cui, come è ormai noto, siamo stati chiusi praticamente per circa dieci mesi. Più tutti i tentativi di furto che non si contano nemmeno"

Ennesimo raid notturno ai danni degli impianti sportivi di Corea in via La Pira “Maracanà Calcetto”. Terzo furto consumato nel giro di un anno nei confronti della struttura. In questo caso i malviventi si sono introdotti all’interno, nella notte tra mercoledì 3 e giovedì 4 marzo, passando dalle serre e dai vivai retrostanti i campi di calcio a 5. I ladri hanno rubato tutto quello che potevano trovare all’interno del bar e del magazzino. “I malviventi hanno portato via un compressore per gonfiare i palloni, un avvitatore, un impianto stereo portatile, due casse di birra, altre bevande energetiche, alcuni generi alimentari vari e altri attrezzi per un valore totale di circa 300-400 euro – spiegano i titolari del Maracanà di Corea contattati telefonicamente da QuiLivorno.it – Sinceramente non capiamo come mai ci sia questo accanimento nei nostri confronti. Tre denunce per furto nell’ultimo anno in cui, come è ormai noto, siamo stati chiusi praticamente per circa dieci mesi. Più tutti i tentativi di furto che non si contano nemmeno. Sinceramente siamo molto demoralizzati. Ci dispiace perché ogni goccia rischia di far traboccare il vaso. E’ veramente dura così”.

Riproduzione riservata ©