Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Raid notturno al ristorante: ladro spacca il vetro e fugge con i soldi

Martedì 6 Settembre 2022 — 13:27

Nelle foto fornite dal titolare de "Le Guglie", Richard Prima, si possono notare i danni causati dal ladro che ha agito nella notte tra domenica 4 e lunedì settembre

Nel mirino dei malviventi il locale "Guglie Ristorante Enoteca" a Porta a Mare. Lo sfogo del titolare, Richard Prima: "Qua la sera dopo mezzanotte diventa terra di nessuno"

di Giacomo Niccolini

Un altro raid notturno all’interno di un’attività commerciale della città. Questa volta a farne le spese è stato locale a Porta a Mare “Guglie Ristorante Enoteca” che, nella notte tra domenica 4 settembre e lunedì 5, è stato preso di mira dai ladri. O meglio… da un ladro. “Abbiamo le telecamere di sicurezza – spiega il titolare del locale, Richard Prima, a tu per tu con il cronista di QuiLivorno.it – E dalle immagini riprese si vede benissimo l’autore del furto. Si vede utilizza un tavolo di quelli alti che utilizziamo qua fuori con gli sgabelli per arrivare ad una delle finestre a vasistas che abbiamo sopra le vetrate d’ingresso. Qui utilizza un piccolo pertugio che avevamo lasciato per far circolare un po’ d’aria e, con un oggetto pesante che ha recuperato credo in strada e con i calci, è riuscito a forzarla e a farla venire giù. Non vi dico i danni. Bicchieri, tavoli e per non parlare del costo del vetro che solo quello si aggirerà intorno ai mille euro. Abbiamo chiuso il locale verso mezzanotte e un quarto e il furto è avvenuto pochi minuti dopo. Forse qualcuno che ci teneva d’occhio e ci ha visto andar via sapendo così di agire indisturbato”.
Il ladro si è quindi introdotto all’interno e una volta dentro ha arraffato tre telefoni cellulari utilizzati per prendere le ordinazioni, il bussolo delle mance e il fondo cassa.  “Tra danni e furto questo scherzetto – chiosa Prima – ci sarà costato intorno ai tremila euro“.
Poi l’accento del titolare si sofferma sulla sicurezza della zona. “Abbiamo anche chiaramente un allarme. Ma come vedete non basta. Noi del consorzio avevamo pagato una guardia notturna ma avevamo deciso di sospendere il servizio in questi giorni anche per gli elevati costi di gestione a cui siamo sottoposti noi esercenti. Alla luce di questi fatti riattiveremo quanto prima il servizio nonostante le ingenti spese a cui siamo sottoposti. Detto questo qui la notte dopo mezzanotte si aggirano persone poco raccomandabili che utilizzano il favore del buio per chissà cosa. Chiediamo un po’ più di sicurezza in una zona che dovrebbe essere il fiore all’occhiello della città per i turisti”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©