Cerca nel quotidiano:


Raid notturno dei ladri in un ristorante

I malviventi si sono introdotti da una piccola finestrella che dà sulla strada. Una volta dentro hanno portato via il fondo cassa con poche decine di euro, un tablet usato per prendere gli ordini del ristorante, un vecchio telefono cellulare e un pc portatile con molte informazioni e tantissimi dati all'interno

Venerdì 19 Novembre 2021 — 11:07

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Ancora furti in città. Questa volta i malviventi hanno colpito il ristorante “Lo stuzziìno” in via Enrico Mayer al civico 82 a pochi passi dalla centralissima piazza Attias. Il colpo messo a segno dai ladri si è consumato nella notte. Ad accorgersene il proprietario Alessandro Salvadori che, al mattino per il primo sopralluogo di giornata in vista dell’apertura a pranzo ha subito notato qualcosa che non andava. “Sono arrivato qua di buon’ora – racconta il titolare a QuiLivorno.it – intorno alle 8,30 circa di questo venerdì 19 novembre e mi sono subito reso conto che c’era qualcosa di strano. La grata di ferro a protezione della finestrella accanto alla cappa della cucina era stata svitata e gettata per terra sull’asfalto. Avvicinandomi ho notato che anche il vetro, una lastra di circa 40 per 40 centimetri, era andata in frantumi. Così ho aperto il locale e ho scoperto che ero stato visitato dai ladri. Questa zona sta diventando insicura, circa un mese fa la rapina qui accanto da Martinelli ora il furto nel mio locale…”.
I malviventi si sono introdotti quindi da una piccola finestrella che dà sulla strada e, con non poco contorsionismo, sono riusciti ad entrare dentro il locale. Qui hanno portato via il fondo cassa con poche decine di euro, un tablet usato per prendere gli ordini del ristorante, un vecchio telefono cellulare e un pc portatile con molte informazioni e tantissimi dati all’interno. “Era il pc della mai compagna – spiega Salvadori – dentro c’erano molti ricordi personali e tutti i menù utilizzati fino ad oggi dal nostro ristorante in questi due anni di attività. Dispiace, siamo molto amareggiati”.
Sul posto sono intervenute gli agenti delle volanti della polizia per il sopralluogo di furto i quali hanno invitato Salvadori a fare denuncia in questura per il furto subito.

Riproduzione riservata ©