Cerca nel quotidiano:


Rapina al Simply: aggredisce cassiera e poi scappa

Indaga la polizia. Il malvivente è fuggito verso via Cambini. Il suo volto ripreso nitidamente dalle telecamere di sicurezza

Sabato 15 Ottobre 2016 — 16:22

Mediagallery

Si è introdotto all’interno del supermercato Simply di via Marradi intorno alle 14.15 di sabato 15 ottobre. Poi è andato diretto verso il reparto carne dove si è messo sotto il giacchetto una confezione di pollo. Subito dopo ha arraffato una bottiglia di un superalcolico e qualche altro genere alimentare come biscotti e “merendini”. Il tutto è durato pochi attimi che però non sono passati inosservati agli occhi attenti dei dipendenti del supermercato in pieno centro che hanno provato in tutti i modi a bloccare il malvivente. Sentendosi in trappola l’uomo, che si è rivolto minacciando i dipendenti con chiaro accento dell’Est Europa, ha aggredito la cassiera che provava a opporre resistenza. Prima le ha preso le mani torcendole dietro la schiena, poi l’ha spinta violentemente contro le casse facendola cadere a terra. In questa maniera si è guadagnato una via di fuga che ha sfruttato abilmente correndo verso l’esterno in direzione di via Cambini. Il rapinatore ha fatto così perdere le tracce di sé in pochi secondi. Sul posto una volante della polizia di Stato i cui agenti hanno ascoltato la versione dei fatti mettendosi subito dopo alla ricerca del bandito. Le indagini saranno coadiuvate anche dalle immagini fornite dalle telecamere di sicurezza. In questi frammenti di video si vedrebbe infatti nitidamente il volto del responsabile e si tratterebbe, secondo gli inquirenti, di una vecchia conoscenza.

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # Andrea

    Tanto anche se l’ arrestatano qualche giudice lo lascia libero in pochi minuti.

  2. # freedom

    Quando si dice “un ladro di polli”. 🙂 Comunque è un furto, non una rapina. Anche se per fuggire ha scaraventato la cassiera a terra.

    1. # roby

      guardi il secondo capoverso:

      628. Rapina.

      Chiunque, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, mediante violenza alla persona [581 c. 2] o minaccia [612], s’impossessa della cosa mobile altrui [624 c. 2; 812 c. 3 c.c.], sottraendola a chi la detiene, è punito con la reclusione da tre a dieci anni e con la multa da 516 euro a 2.065 euro [380 c. 2 lett. f) c.p.p.] (1).

      Alla stessa pena soggiace chi adopera violenza o minaccia immediatamente dopo la sottrazione, per assicurare a sé o ad altri il possesso della cosa sottratta, o per procurare a sé o ad altri l’impunità [380 c. 2 lett. f) c.p.p.].

  3. # Liburnico

    La legge in due parole… “a chi tocca non brontoli” giustamente come dice Andrea, in poco tempo ( anche se lo beccano) tornera’ in liberta’! W l”Italia!!!

  4. # bob

    Vecchia conoscenza… Quindi recidivo, che fine di…stiamo facendo in Italia?

  5. # Diego

    Abolizione del reato di immigrazione clandestina e depenalizzazioni, e’ stata la ricetta giusta ed “indovinata” di questo governo per aver trasformato questa Italia nel Bronx! GRAZIE!!

  6. # John

    Dipendenti la prossima volta lasciategli rubare ciò che vuole, non ne vale assolutamente la pena rischiare di finire all’ospedale.

    La legge italiana non vi tutela,tutela i delinquenti ma non le persone per bene.

    1. # viva fidel

      Delinquente uno che ruba un pollo? Io lo chiamerei affamato

  7. # Dredd

    Possibile che nessuno abbia avuto l’istinto di rincorrerlo?

    1. # Liburnico

      Sai cosa ti succede se nel rincorrerlo lui si infila sotto una macchina e semplicemente inciampa e sbatte la testo, o, si rompe un braccio per colpa tua che lo stai rincorrendo??? … riflettici sopra e dimmi se lo “rincorreresti”!!!

  8. # Carlo

    se ogni esercizio avesse la sua polizia privata, questo sarebbe un valido deterrente contro questi sbandati che rapinano un locale senza armi …
    naturalmente poi ci vorrebbe la certezza della pena … insomma , in questo paese, rubare e rapinare … quasi è diventato facile facile !!!!

  9. # De ma de !!!

    Solidarieta per la povera ed onestissima cassiera che non ha approfittato della situazione per fare 263 gg (n.b ..che paghiamo tutti..)di prognosi all’ospedale come accade sempre piu’ frequentemente quando c’e un contatto fisico.

  10. # Oliviero

    I REATI SON DIMINUITI DICE QUALCHE DISINFORMATO…E CI CREDO, NESSUNO DENUNCIA PIU’ PER VIA DELL’ASSENZA DELLE LEGGI CHE ABBIAMO IN ITALIA