Cerca nel quotidiano:


Rapina il market con pistola

Il rapinatore è fuggito con circa 1500 euro a bordo di uno scooter chiaro

Venerdì 21 Ottobre 2016 — 07:26

Mediagallery

Si è presentato alla cassa con un casco nero integrale in testa e una pistola in pugno. Così ha minacciato la cassiera di consegnargli tutto il bottino contenuto nel registratore prima di scappare via a bordo di uno scooter con circa 1500 euro in tasca, praticamente l’intero incasso del pomeriggio (considerando che il punto vendita apre intorno alle 17).
E’ questo, circa, il totale di soldi rubati con il quale si è allontanato il malvivente. Il tutto è accaduto introno alle 18,30 alla Coop del Gabbro di via Ricasoli. Sul posto è intervenuta la Misericordia del Gabbro chiamata per lo shock subito dalla dipendente minacciata: una donna di circa 50 anni che praticamente da sempre lavora per il supermercato della zona collinare livornese.
Il malvivente ha sfruttato l’oscurità appena calata sul paese per poter agire con più tranquillità. Il suo identikit parla di un uomo vestito con una giacca scura, una sciarpa e un casco integrale di colore nero. Poi la fuga a bordo di un motociclo di colore chiaro che aveva parcheggiato proprio all’ingresso del supermarket.
Sul caso indagano i carabinieri intervenuti subito dopo l’allarme lanciato al 112.

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # Carlo

    guardie private armate davanti ad ogni esercizio … in molti paesi del mondo già è così … presto sarà una necessità anche da noi.
    I tempi sono cambiati, il mondo è cambiato… cambiamo anche noi invece di restare ancorati al passato. Cambiare le leggi a favore della sicurezza del cittadino !!!

    1. # Carlotta

      Non c’è da cambiare legge per la vigilanza privata. Contatti una ditta che faccia questo servizioe te lo paghi. Punto. Io comunque viaggio molto, e la vigilanza privata non l’ho mai vista neanche fuori dalle gioiellerie. È una realtà abbastanza rara, e ognuno sceglie per se’. Ci sono molti sorveglianti in borghese dentro i negozi, con un po’di occhio si individuano bene, e esistono anche a livorno, in molti più posti che pensi.

  2. # Malizioso Troll

    Be’, se il punto vendita apre alle 17 ed erano le 18,30 “tutto l’incasso del pomeriggio” mi pare un tantinello eccessivo.

    1. # dilvo

      Esiste anche la mattina dalle ore 8,30 alle 13.00 .
      Aggiornati….

  3. # Elia89

    Zona collinare livornese….
    A casa mia il Gabbro è comune de Rosignano.

  4. # Lorenzo65

    Ma l’accento straniero, che tutti i notiziari locali riportano come particolare riconosciuto dalla cassiera, perché qua non viene riportato ? Si ha la paura di urtare la sensibilità di qualche autorità?

  5. # aquila

    Incoraggiati dalle depenalizzazioni fra poco ci andranno anche i ragazzotti annoiati a far rapine tanto la legge non esiste….

  6. # Carlo

    x Carlotta
    forse viaggi nei paesi occidentali … prova ad andare in Asia, America centro e sud e poi mi dici … sorveglianza privata armata ad ogni esercizio, con licenza di uccidere . Qui se un agente uccide un rapinatore , arrestano l’ agente … e quindi per i rapinatori questo è il paese del Bengodi !!! oppure rapinano con un tagliaunghie !!!!